Social media, per la spesa adv pareggio sui quotidiani nel 2019. Sorpasso nel 2020

6 dicembre 2016

Jonathan Barnard

Nel 2017 crescita del mercato del 4,4%. Per l’area che comprende l’Italia è previsto +2,8% l’anno prossimo, con crescita annua del 3,9% tra il 2016 e il 2019

Gli investimenti pubblicitari globali sui social media cresceranno del 72% tra il 2016 e il 2019, da 29 miliardi di dollari a 50 miliardi. Lo ha rivelato Zenith con il nuovo report ‘Advertising Expenditure Forecasts’, pubblicato ieri. L’advertising sui social media varrà il 20% dell’intera spesa internet adv nel 2019, in crescita dal 16% del 2016.

Il social media advertising, dunque, crescerà del 20% all’anno e nel 2019 il suo valore sarà solo dell’1% inferiore a quello della pubblicità sui quotidiani (50,2 miliardi di dollari Usa per i social media rispetto ai 50,7 miliardi di dollari per i quotidiani).

Dal 2020, poi, i social media sorpasseranno i quotidiani. Per molti utenti, i social media sono sia un punto cardine della vita sociale, sia la principale fonte di informazioni. All’interno di questo contesto di fruizione, le attività di social media advertising si inseriscono con minimi livelli di intrusività nel flusso del news feed generato dagli utenti e si rivelano molto più efficaci rispetto ai formati banner, che spesso interrompono la fruizione di internet, specialmente sui dispositivi mobile.

L’online video advertising, che sta beneficiando diffusione dei dispositivi mobile, cresce a tassi simili a quelli dei social media (18% annuo) e nel 2019 raggiungerà i 35,4 miliardi di dollari a livello mondiale, superando di pochissimo la spesa pubblicitaria raccolta dalla radio (35 miliardi di dollari). Entro il 2019, l’online video adv varrà meno di un quinto (18%) della spesa pubblicitaria in televisione.

Per quanto riguarda il mercato adv, Zenith (zenithoptimediagroup.it) prevede una crescita del 4,4% nel 2017, lo stesso risultato previsto per il 2016 che ha potuto contare su eventi come le presidenziali in Usa, le Olimpiadi e i Campionati europei di calcio. La stessa percentuale di aumento (+4,4%) è prevista anche per il 2018, mentre per il 2019 il report prevede un +4,1%. La crescita degli investimenti pubblicitari si è mostrata decisamente stabile dal 2010 in poi, con un tasso tra il 4% e il 5% annuo, generalmente alla pari o al di sotto della crescita registrata dal PIL globale, dimostrando una fase di crescita più stabile.

La crescita globale è supportata dal continuo trend positivo dell’Asia, con la Cina che sebbene in fase di rallentamento si attesta a +7% annuo, e dalla ripresa nell’Est europeo. La centrale media si aspetta che la Cina contribuirà per il 25% alla crescita globale nella spesa pubblicitaria tra il 2016 e il 2019.

I primi 10 Paesi che contribuiranno alla crescita della spesa adv tra il 2016 e il 2019 (US $ m)

I primi 10 Paesi che contribuiranno alla crescita della spesa adv tra il 2016 e il 2019 (US $ m)

 

Crescita a doppia cifra fino al 2019 per India, Indonesia e Filippine, (paesi con dimensioni di mercato che vanno dai 3,5 miliardi di dollari nel 2016 – le Filippine – ai 7,5 miliardi di dollari per gli altri due) che contribuiranno al 12% della crescita globale. Sebbene in Russia, Ucraina e Bielorussia la spesa pubblicitaria si sia ridotta del 12% nel 2015, Zenith prevede una crescita dell’8% nel complesso, seguita da un +9% nel 2017. Questi paesi contribuiranno al 2% per la crescita globale della spesa pubblicitaria fra il 2016 e il 2019.

Per l’area Western & Central Europe, che comprende anche l’Italia,  sono ipotizzati un +2,8% della spesa adv nel 2017 e una crescita annua al +3,9% tra il 2016 e il 2019. Infine, la ricerca registra una contrazione del 4,9% annuo nel Medio Oriente e in Nord Africa, mentre l’America Latina cresce solo dell’1,7% all’anno, vista la recessione in Argentina, Brasile, Ecuador e Venezuela.

“Social media e online video stanno contribuendo alla crescita globale degli investimenti pubblicitari, nonostante le minacce politiche allo sviluppo dell’economia – ha dichiarato Jonathan Barnard, head of Forecasting di Zenith -. Solo quattro mercati in Asia giustificheranno più di un terzo della crescita pubblicitaria globale fino al 2019, controbilanciando la recessione in America Latina e Medio Oriente”.