Advertising Forecast Magna: per l’Europa Occidentale mercato pubblicitario a +4%

6 dicembre 2016

Magna, divisione di IPG Mediabrands, ha pubblicato l’aggiornamento invernale del suo Advertising Forecast, dal quale emerge che, a livello globale, il 2016 sarà l’anno con la più forte crescita negli ultimi sei, guidata in particolare dai digital media.

Quest’anno, infatti, la raccolta pubblicitaria raggiungerà i 493 miliardi di dollari, con una crescita del 5,7% rispetto allo scorso anno. Nel 2017 è previsto un rallentamento della crescita, che si assesterà intorno al 3,6% a causa dell’incertezza politica ed economica e all’assenza di eventi ciclici.

La spesa in tv è stata nel 2016 pari a 186 miliardi di dollari (+4%) ma nel complesso la pubblicità classica (tv, radio, stampa e out of home) regsitra un calo pari allo 0,3%, mentre il fatturato online (display, video, search, social) è cresciuto del 17%. Si prevede quindi che nel 2017 i formati digitali diventeranno la prima categoria, con una quota di mercato del 40% (202 miliardi di dollari), a discapito della Tv (186 miliardi di dollari, 36%).

Il Digital è destinato a crescere, raggiungendo il 50% del mercato entro il 2021 (299 miliardi), mentre la Tv si attesterà a 195 miliardi di miliardi (33%). Il 2017 sarà anche l’anno in cui la quota principale delle vendite digitali (52%) sarà generata dal mobile.

Secondo Magna, la velocità a cui si sta muovendo il mercato pubblicitario globale è dovuta al fatto che Social e Search sono alimentati dai budget below the line, e non solo da budget sottratti ai media tradizionali. Dei 70 mercati analizzati da Magna, 63 hanno registrato una crescita e solo 7 ( tra cui in maniera evidente la Thailandia) una contrazione.

I tassi più alti si sono registrati in Egitto e Filippine (entrambi a +17%). L’Europa occidentale cresce del 4% circa per il terzo anno consecutivo, raggiungendo i 100 miliardi di dollari. La crescita però si è rallentata nella seconda metà dell’anno e nel 2017 potrebbe restare contenuta a +2,4%.