Eurobest, l’Italia parte con 22 shortlist. Publicis Italy ‘vola’ con The Dilemma

1 dicembre 2016

'The Dilemma' di Publicis Italia per Heineken

Nel primo giorno conquistano la finale anche Jwt, Saatchi & Saatchi, Verba, McCann e Dude 

di Andrea Crocioni

Per la nostra industry della comunicazione giocare in casa, al momento, non ha portato lo slancio sperato in questa edizione di eurobest che ha preso il via ieri a Roma. Nella prima giornata né il ‘fattore’ campo né la folta rappresentanza italiana nelle giurie sembrano aver fatto la differenza se ci limitiamo a guardare i numeri dei progetti che lotteranno per un premio.

Sono 22 in tutto le shortlist tricolori nella prima tranche di categorie: Creative Data, Design, Direct, Innovation, Media, Outdoor, Pr, Promo & Activation e Radio. Numeri non troppo distanti dall’ultima edizione del Festival di Cannes. L’Italia, come annunciato nei giorni scorsi, è fuori dalla lista dei finalisti degli Innovation. Zero shortlist anche nei Radio, terreno storicamente ostico per i nostri progetti a livello internazionale, nei Creative Data e nel Design. Al contrario, si conferma la nostra competitività nelle Pr dove l’Italia ha raggiunto le sei shortlist.

La parte del leone la fa il pluripremiato progetto ‘The Dilemma’ firmato Publicis Italy (con  supporto di Cohn & Wolfe per le attività di pr) per Heineken con tre ‘short’ nelle sottocategorie Events & Stunts, Sponsorship & Partnership e Content Led Engagement & Marketing. L’agenzia guidata da Bruno Bertelli conquista poi un’altra shortlist con ‘Tutorial For Good’ per Leroy Merlin Italia.

‘Bulambuli Valley’ di Dude per Communities For Development

‘Bulambuli Valley’ di Dude per Communities For Development

In finale arrivano anche Verba Milan con ‘The fastest interview ever’ per Audi e J. Walter Thompson Milano con ‘Censorship for cancer’ realizzato per Fondazione ANT Italia Onlus. Buon risultato anche nel Media dove il nostro Paese conquista cinque shortlist.

Anche qui è Publicis la grande protagonista: tre short ancora per The Dilemma (centro media Starcom Mediavest Group), nelle sezioni Corporate Image & Sponsorship, Use of Events,  Use of Brand or Product Integration into a Programme or Platform, e un’altra con ‘Dacia Family Project’ per Renault Italia (centro media OMD).

Il quinto progetto in finale nel Media è ‘We feed the planet’ firmato da Saatchi & Saatchi Milano per Slow Food. Quattro sono le short in Direct: una per il progetto Carrefour ‘Baby Night’ di Saatchi & Saatchi, una per l’agenzia Dude con ‘Bulambuli Valley’ per Communities For Development e due ancora per ‘The Dilemma’ (Corporate Image & Sponsorship e Use of Ambient Media: Large Scale). Publicis conquista tre delle quattro shortlist italiane anche nella categoria Promo & Activation con Heineken ‘The Dilemma’.

‘Baby Night’ di Saatchi & Saatchi per Carrefour

‘Baby Night’ di Saatchi & Saatchi per Carrefour

Il quarto progetto finalista è  Carrefour ‘Baby Night’ di Saatchi & Saatchi. Sono tre, invece, le shortlist italiane in Outdoor: McCann Worldgroup Italy con ‘The talking wonders’ per FAI – Fondo Ambiente Italiano e ancora una doppietta di Publicis Italia con The Dilemma, progetto già ‘consacrato’ nei principali festival internazionali e che promette di essere protagonista anche a eurobest.

Nella giornata di oggi saranno distribuite le shortlist per le categorie Digital Craft, Entertainment, Film, Film Craft, Healthcare, Interactive, Mobile, Print & Publishing e Print & Outdoor Craft.