SHAA, l’interattività della video-strategy a misura di cliente

30 novembre 2016

Patrizia Conte

“Il 2016 ci ha visto protagonisti sul mercato non solo per essere riusciti a introdurre una nuova logica grazie all’utilizzo dei formati standard, ma anche per avere sfruttato una modalità di pianificazione liquida degli spazi attraverso il ricorso alle pianificazioni programmatic e in particolare all’automated guaranteed. Grazie a queste modalità di acquisto e sfruttando il nostro portafoglio di siti in private market place siamo riusciti a erogare campagne su più di 500 siti, per la maggior parte premium publisher, utilizzando i nostri prodotti interattivi anche in campagne per importanti editori internazionali. Questa strategia continuerà anche il prossimo anno con l’obiettivo di allargare il portafoglio di prodotti e le partnership grazie alle quali porteremo sul mercato nuovi formati, come a esempio i pre-roll interattivi”.

A parlare è Patrizia Conte, sales director di Shaa, agenzia specializzata nella fornitura di video multimediali interattivi e soluzioni innovative di video marketing e video shopping. Una realtà che, come spiega la manager, “si è contraddistinta sul mercato per un formato, l’intro-page interattiva. Al momento riteniamo che sia uno dei prodotti advertising più performanti anche perché le sue funzionalità continuano a essere costantemente arricchite. Con la mid-strip espandibile, invece, abbiamo offerto ai nostri clienti la possibilità di ingaggiare il proprio target con un formato mobile che si adatta al tipo di connessione utente e che può essere utilizzato oltre che per la video-strategy anche per gallery di immagini che risultano essere molto ingaggianti sui dispositivi mobili. La differenza rispetto allo scorso anno è la maggior disponibilità di formati e spazi sulle piattaforme programmatiche che sono diventate anche più efficienti dal punto di vista tecnologico. Questo ci permette di focalizzarci nello studio e nell’implementazione di prodotti interattivi con la possibilità di erogarli a seconda delle esigenze del cliente”.

In un mercato sempre più veloce e frammentato, in continua rincorsa di novità, il focus di Shaa è un altro: “Rimettere l’utente al centro nella user experience sviluppando soluzioni che aumentino l’engagement e non risultino di disturbo – conclude Patrizia Conte -. Abbiamo preferito, come Shaa, presidiare uno specifico segmento che è quello dell’interattività dei formati advertising, che siano immagini o che siano video. E oggi questo posizionamento ci viene riconosciuto dal mercato”.