BeMyEye e Kinetic insieme per un innovativo modello di rilevazione dell’Out of Home

29 novembre 2016

BeMeEye, specializzato nel mobile crowdsourcing in Europa, e Kinetic, media agency del gruppo WPP specializzata nello sviluppo e nella pianificazione di strategie Out of Home, annunciano la partnership che li ha visti cooperare in Italia, con l’obiettivo di estendere la collaborazione anche ad altri mercati europei. In particolare Kinetic si è affidata a BeMyEye e al suo vasto network di rilevatori on-demand, chiamati Eye, in grado di procurare ai clienti dati e immagini dal mondo reale in tempi ridotti.

Grazie a una community che in Italia può contare su circa 100 mila collaboratori, BeMyEye può garantire un soli programma di verifica della correttezza delle affissioni con capillarità e tempistiche prima impensabili: in 3 giorni Kinetic – e di conseguenza i clienti – ha la certezza che quasi il 100% della propria campagna Out of Home venga controllata. Il meccanismo è quello consolidato di BeMeEye: il rilevatore che accetta il job proposto attraverso l’App si rende disponibile per l’attività, si reca quindi nel luogo prescelto fotografando l’affissione e caricando le informazioni sull’apposita piattaforma di BeMyEye. Dopo una rapida verifica, i dati vengano trasferiti a Kinetic che, grazie a una dashboard li rende disponibili attraverso mappe interattive, in tempo reale, per il controllo da parte del cliente che vede immediatamente sulla mappa, grazie a colori guida, quali sono le affissioni corrette, quelle non corrette e quelle non rilevate.

“La collaborazione con BeMyEye ci permette di fornire un servizio realmente innovativo ai nostri clienti – sottolinea Alberto Cremaschi, managing director Kinetic Italia -. Non solo possiamo garantire la possibilità di un controllo capillare delle affissioni in tutta Italia, un’assoluta novità per questo mercato, ma riusciamo a rendere disponibili questi dati in tempi rapidissimi. Inoltre la piattaforma di presentazione li rende immediatamente accessibili e facilmente comprensibili”. Nei primi 10 mesi del 2016 questa collaborazione ha riguardato oltre 20 campagne, per un totale di decine di migliaia di affissioni già controllate, con un picco di 9000 affissioni verificate in soli 3 giorni di rilevazioni. “L’Out of Home necessitava di una svolta che potesse migliorare la credibilità dell’intero sistema – aggiunge Cremaschi -. Kinetic, insieme a BeMyEye, è riuscita a individuare il metodo più efficace in grado di portare benefici tangibili a clienti, agenzie media e concessionarie. I clienti possono ottimizzare i propri investimenti, mentre agenzie e concessionarie hanno la possibilità di intervenire con efficacia e tempestività in caso di anomalie.  Il nostro obiettivo è esportare questo modello vincente anche in altri mercati europei”.

“La collaborazione con Kinetic dimostra, una volta di più, come il modello del crowdsourcing si riveli efficace in sempre nuovi contesti – dichiara Luca Antonietti, AD e COO di BeMyEye Italia -. Un sistema più efficiente significa un ritorno sugli investimenti più elevato per le aziende e, di conseguenza, la possibilità per questo settore di attrarre nuovi capitali che consentiranno controlli su un numero ancora più ampio di campagne”.