Webranking ‘maggiorenni’ e ‘aperti’ al mondo

29 novembre 2016

Nereo Sciutto

Il 2016 è stato l’anno della maturità per Webranking. “Abbiamo compiuto 18 anni e abbiamo festeggiato facendoci un bel regalo. Siamo diventati un’agenzia internazionale, proseguendo un percorso di internazionalizzazione iniziato con l’inserimento di persone nel nostro team provenienti da Paesi come Russia, Egitto, Cina, Sud America, Stati Uniti”, racconta il president & co-founder Nereo Sciutto.

“Abbiamo iniziato la nostra espansione –  prosegue – con l’apertura di un ufficio operativo a Milano a inizio anno, abbiamo aperto una sede a Vancouver a settembre per presidiare il Nord America (Canada e US) ed entro fine anno apriremo anche a Shanghai per gestire la regione APAC. Abbiamo deciso, quindi, di lanciare un nuovo gruppo che potesse riunire queste realtà sotto un unico brand: Green W”.

Guardando ai trend, secondo Sciutto, la misurazione degli investimenti pubblicitari diventerà sempre più centrale per il conto economico e per l’individuazione dei driver di ottimizzazione dei budget sui diversi canali.

“Per questo motivo – spiega – in Webranking i nostri team di Digital Planning e Digital Analytics collaborano attivamente per creare sinergie sulle campagne basandosi sull’analisi dei dati. E non si tratta solo di online. La frontiera da superare è la misurazione degli effetti del digital sul canale fisico: quante persone varcano la soglia di un punto vendita grazie – anche – ai nostri investimenti digitali?”.

Ma cosa chiedono oggi i clienti? “I nostri progetti richiedono un maggior impegno sulla digital analytics e, più in generale, sulle analisi dei dati per estrarre insight utili ai nostri clienti. Notiamo anche una crescita forte degli investimenti internazionali che intercettiamo più facilmente perché siamo un’agenzia che pianifica in tutto il mondo con un team al 100% interno e coordinato. Quando una campagna è progettata in Italia e pianificata da una sister agency, spesso ci si limita a tradurre creatività e keyword senza avere idea della strategia scelta”. Webranking oggi sarà protagonista a IAB Forum con il workshop ‘Un approccio (finalmente) unificato alla pubblicità digitale’.

“Parleremo di modelli di attribuzione e dell’abbandono di un’ottica last click in favore di modalità che riconoscano il giusto contributo a ciascun canale – chiarisce  Sciutto -. Ciascuno può essere attivo in diversi momenti della customer journey e supportato da budget adeguati ai risultati apportati in termini di conversioni dirette o assistite”.