Unipol racconta il futuro con ‘Changes’. Il progetto in collaborazione con Lob

29 novembre 2016

di Andrea Crocioni


Uno spazio per raccontare i cambiamenti in atto nella società, cercando di interpretare il futuro senza però allontanarsi troppo dal nostro presente, con un orrizzonte temporale che va da qui a cinque anni.

Nasce sotto questi auspici Changes (changes.unipol.it), il nuovo magazine digitale lanciato da Gruppo Unipol che si candida a diventare un punto di riferimento per la comunità dei media e più in generale per l’opinione pubblica. Presentato ieri presso lo spazio Bou-Tek a Milano – con l’intervento d’apertura di Carlo Ratti, ingegnere e docente del MIT di Boston – Changes è guidato dalla Direzione Corporate Communication e Media Relation del Gruppo e realizzato con il supporto della Direzione Sistemi Informatici e di Lob Pr+Content, l’agenzia che ne ha curato la fase progettuale e si occupa della produzione dei contenuti.

Il magazine vuole riflettere il posizionamento identitario di Unipol che si fonda sulla vicinanza alle esigenze delle persone accompagnandole nelle loro scelte future e offrendo capacità, risorse e strumenti per interpretare i cambiamenti economico-sociali in atto. Changes, con le sue sezioni (Technology, Society 3.0, Sharing, Environment, Well Being, Close to You), va a completare l’ecosistema digitale dell’azienda portando valore sotto il profilo reputazionale.

“Gestiamo la nostra presenza nel mondo del web con un approccio prettamente corporate – ha spiegato Fernando Vacarini, responsabile delle media relation di Unipol e direttore della testata -. Lo abbiamo fatto poco più di un anno fa approdando su Twitter e su LinkedIn, dove nel complesso abbiamo superato i 30 mila follower, e più recentemente con il nuovo sito corporate (online dallo scorso ottobre). Changes rappresenta l’annello di congiunzione ideale fra attività media tradizionali, social e brand journalism. E’ un passo in più nella produzione e diffusione di contenuti di qualità”.

Il magazine sarà aggiornato con una media di tre nuovi contenuti ogni settimana e cercherà di rispondere alle tante domande quotidiane su economia, clima, salute, alimentazione, tenendo conto anche di quei fattori che andranno a impattare sul business assicurativo. Changes raccoglierà i contributi di firme autorevoli individuate tra esponenti del mondo economico, accademico, della cultura e della società, puntando su formule grafiche accattivanti come gallerie fotografiche, infografiche e video, dando spazio al visual storytelling con originali format targati Unipol.

Tra le storie già online, figurano approfondimenti di Alberto Broggi sull’auto senza pilota, del già citato Carlo Ratti sull’impatto dei  big data sulle città del futuro, analisi di società di consulenza sull’evoluzione del mercato delle scatole nere sulle automobili, ma anche interventi sul cambiamento dei consumi e sull’influenza dell’architettura sulla qualità della vita delle persone.