Connexia, nel 2016 il fatturato sale a 9,5 milioni di euro (+27%)

25 novembre 2016

Paolo D'Ammassa

Si conferma il trend positivo per Connexia: l’agenzia milanese chiude un ottimo 2016, con un fatturato di 9,5 milioni di euro, segnando un +27% di crescita rispetto all’anno precedente e rafforzando il proprio posizionamento nel mercato della comunicazione.

Le anime digital, social media e Pr, integrate con l’approccio data driven, hanno consentito alla struttura di consolidare la relazione con i clienti storici e di accreditarsi quale player innovativo e affidabile da coinvolgere sempre più frequentemente in gare e consultazioni.

“Per il secondo anno consecutivo raggiungiamo un risultato superiore alle aspettative e di questo ringrazio i nostri clienti e tutti i nostri collaboratori che, insieme, hanno contribuito a superare gli obiettivi che ci eravamo prefissati – ha dichiarato Paolo D’Ammassa, ceo di Connexia -. Nel 2016 abbiamo saputo capitalizzare le esperienze e le ispirazioni del 2015, diventando partner strategico privilegiato per molti brand, sia a livello locale che internazionale”.

Allo stato attuale, Connexia può vantare collaborazioni significative e durature, che partono dall’analisi del dato e dalle strategie di posizionamento per arrivare alle attività social media, digital advertising, Pr & digital Pr, live event, in primis nel settore automotive ma anche nel food & beverage, nel travel & tourism, nel consumer electronics, nello sport & entertainment, nel pharma & health.

“Aperti al cambiamento e alle contaminazioni – ha proseguito il manager -, nel 2016 abbiamo supportato le aziende nel percorso di digital transformation, utilizzando il territorio della comunicazione come ambito di sperimentazione, su progetti di innovazione e co-creation, con l’obiettivo di cambiare il mindset del management aziendale e generare nuove idee e modelli di business. Per il 2017 l’agenzia ha in cantiere alcune importanti acquisizioni clienti, che contiamo di poter comunicare a breve e che ci permettono di confermare ancora una crescita a due cifre”.

Il 2017 sarà anche l’anno del lancio di un Talent Program interno per supportare formazione e crescita dei giovani under 30.

“Dal punto di vista strategico, pensiamo a un anno di ulteriore valorizzazione dei dati e dell’approccio data driven, rafforzando l’unicità dell’appartenenza al Gruppo Doxa”, ha concluso  D’Ammassa.