Con Ubi Banca il nuovo progetto di Rai Pubblicità on air su Rai Radio1

24 novembre 2016

Francesco Barbarani

Radio1 offre 40 ore di sport e 250 giornali radio alla settimana, parlando ogni giorno con oltre 4 milioni di ascoltatori. E proprio su Radio1 si rafforza la presenza della pallacanestro, con un nuovo progetto targato Rai Pubblicità e legato al tema del Fair Play: #tifareperbene. Un originale formato pubblicitario basato sul Radio Content e realizzato dalla concessionaria in collaborazione con Radio1 e Ubi Banca, NBA Official Bank in Italia e promotrice della carta prepagata Enjoy NBA, dedicata ai tifosi della lega americana.

Da ieri, mercoledì 23 novembre, al 20 dicembre 2016, all’interno della trasmissione radiofonica A tutto campo, l’immancabile appuntamento con il mondo dello sport di Rai Radio1, andrà in onda una rubrica pensata esclusivamente per il mondo del basket. Un appuntamento bisettimanale dedicato allo straordinario universo dell’NBA, il campionato di pallacanestro che si gioca negli Stati Uniti e di cui Ubi Banca è partner, e alla Regular Season del Campionato italiano.

Il progetto rientra nel cosiddetto Radio Content, un format unico e dedicato che affianca a un contenuto di alta qualità creato ad hoc dall’editore uno o più spot pubblicitari sia in apertura che in chiusura. Un’iniziativa speciale di Rai Pubblicità, realizzata con Ubi Banca, che valorizza e soddisfa con grande attenzione le esigenze e i bisogni del cliente, mettendolo sempre al centro della propria offerta commerciale.

“Il progetto che abbiamo sviluppato con Ubi Banca risponde appieno ad un modello di comunicazione su cui stiamo lavorando con grande impegno – spiega Francesco Barbarani, direttore Area Radio e Web di Rai Pubblicità -. Grazie alla collaborazione di RadioRai e alla fiducia che molti nostri clienti ci riservano, abbiamo spinto sul versante dei progetti speciali, proponendoci al mercato con nuovi formati pubblicitari e iniziative tailor made. I risultati finora raggiunti ci incoraggiano ad investire sempre più sui nuovi linguaggi della comunicazione”.