Primi sui Motori: per l’esercizio 2016 attesi ricavi tra i 12 e i 13 milioni di euro

21 novembre 2016

Primi sui Motori, società quotata sul mercato AIM Italia attiva nel settore del digital marketing attraverso 4 realtà operanti nel posizionamento sui motori di ricerca, creazione di siti web, ecommerce, social media, ha chiuso i primi nove mesi dell’anno con un valore della produzione pari a 7,8 milioni di euro, in crescita rispetto ai 4,9 milioni di euro registrati al 30 settembre 2015.

I ricavi sono stati 7,3 milioni di euro (4,9 mln di euro al 30 settembre 2015). L’incremento di fatturato pari a 2 milioni di euro (+40% rispetto allo stesso periodo del 2015) è da attribuirsi al ripristino di un’offerta commerciale con termini e condizioni di pagamento più appetibili per la clientela target della Società nonché al potenziamento della rete commerciale il tutto reso possibile dalle nuove linee di finanziamento del circolante raccolte dalla Società.

La posizione finanziaria netta è passiva per 10,3 milioni di euro, in aumento di 2,1 milioni rispetto al 30 giugno 2016 (9,2 milioni di euro); tale incremento è dovuto principalmente dall’evoluzione della composizione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Società (8 milioni di euro di cui 6,5 milioni convertibili). Nel corso del primo semestre 2017 tale importo subirà una riduzione di 1,25 milioni di euro per effetto del rimborso del prestito obbligazionario ‘PSM 7% 2014-2017’.

La Società nel fornire l’outlook atteso per il 2016, anche in considerazione dell’importante turnaround e della ripresa delle vendite in atto, comunica che, in occasione dell’approvazione del nuovo Business Plan, programmata per il primo quadrimestre del 2017, indicherà gli obiettivi strategici del piano industriale e i relativi KPI.

Il valore della produzione atteso per l’esercizio 2016 da Primi sui Motori S.p.a. è previsto in un range compreso tra 9,5 milioni di euro e i 10,4 milioni di euro. L’EBITDA margin è previsto tra il 10% ed il 12%.  Il valore della produzione consolidato atteso per l’esercizio 2016 è previsto in un range compreso tra 12 milioni e 13 milioni di euro. L’EBITDA margin è prevista tra l’8 ed il 10%.

“La Società continua nel suo percorso di crescita e di evoluzione – ha dichiarato Alessandro Reggiani, presidente e amministratore delegato -. Il trimestre è stato caratterizzato, oltre che dal sensibile incremento di fatturato e marginalità rispetto all’analogo periodo dell’anno scorso, da importanti inserimenti sia nell’organico aziendale (Direttore Progetti Speciali, Responsabile Marketing e Responsabile Customer Care) sia nell’ambito della rete commerciale. A fianco dei programmati ingressi di nuovi agenti si sono presentate importanti opportunità, che la Società ha colto, volte ad ampliare significativamente la propria rete commerciale dotandola di altre figure con elevata professionalità ed esperienza nel settore. Confidiamo che questi inserimenti, ancora in corso, porteranno a regime concreti incrementi di volumi”.