Evolvere sceglie Connexia per la strategia di comunicazione multicanale

18 novembre 2016

Simone Cremonini

Connexia, digital experience agency del Gruppo Doxa e tra i maggiori player della comunicazione multicanale, è stata scelta da Evolvere, utility di nuova generazione che, grazie a un portafoglio di circa 8.000 impianti fotovoltaici di proprietà, detiene la leadership in Italia nel settore della generazione distribuita da fonti rinnovabili, per la gestione della strategia di comunicazione multicanale.

A Connexia l’incarico di definire, dopo una fase iniziale di analisi, la strategia di comunicazione di Evolvere rispetto alla corporate identity e ai social media, con l’obiettivo di massimizzare la visibilità del brand, rafforzarne il posizionamento e comunicare l’offerta dell’azienda.

“Evolvere è stata recentemente selezionata per prendere parte a Elite, iniziativa promossa da Borsa Italiana che prevede l’inserimento dell’azienda all’interno di una piattaforma internazionale di servizi integrati, creata per supportare le imprese nella realizzazione dei loro progetti – commenta Simone Cremonini, Client Services Director di Connexia -. Il programma si rivolge alle imprese ad alto potenziale di crescita e si propone di accelerarne il progresso attraverso un innovativo percorso di sviluppo manageriale e organizzativo. Siamo certi che la strategia di comunicazione messa a punto con Evolvere contribuirà a consolidare la reputazione del brand, diffonderne l’impianto valoriale e promuoverne efficacemente l’offerta”.

“Siamo certi che Connexia, con il suo team di consulenti ed esperti, saprà garantirci il supporto di cui abbiamo bisogno per rafforzare la nostra strategia comunicativa – commenta Gian Maria Debenedetti, amministratore delegato di Evolvere -. Puntiamo a rafforzare il posizionamento di Evolvere sul mercato italiano e a comunicare in modo rilevante ed efficace la nostra mission, i nostri valori e i nostri servizi; crediamo che Connexia sia il partner giusto per favorire il raggiungimento degli obiettivi che ci siamo prefissati”.