Al via la prima edizione di Photo Vogue Festival

17 novembre 2016

La raccolta adv del brand è in linea con il 2015 . Crescono il digital (14%) e gli eventi (10%)

Milano si arricchisce di un nuovo Festival internazionale dedicato alla fotografia di moda: il Photo Vogue Festival che avrà luogo in città dal 22 al 26 novembre 2016.

La fotografia è una delle essenze di Vogue Italia: il magazine di Condé Nast da oltre 50 anni registra, attraverso le immagini, le evoluzioni e rivoluzioni del costume con una formula nata dal genio dei fondatori, ridefinita nel corso di continue metamorfosi estetiche e capace continuamente di nuove alchimie per fissare, in ogni scatto, una storia.

I narratori che rendono attuale ogni tassello di questa cronologia sono i maestri dell’obiettivo fotografico, che hanno documentato l’emancipazione femminile e i cambiamenti socio-culturali attraverso gli anni creando ogni volta interi universi iconografici.

Vogue Italia ha elevato il connubio tra moda e fotografia eccellenti a livello di arte e questa consapevolezza ha reso naturale la decisione di fondare il Photo Vogue Festival, un festival internazionale interamente dedicato alla fotografia di moda. Un evento unico nel suo genere, patrocinato dal Comune di Milano, che coinvolgerà la città intera attraverso incontri, conferenze e mostre.

Il Photo Vogue Festival, presieduto dal direttore di Vogue Italia Franca Sozzani e diretto dal Senior Photo Editor Alessia Glaviano, ha l’obiettivo di diventare un appuntamento annuale e per questa prima edizione presenta: Vanessa Beecroft Polaroids 1993.2016 una monografica dedicata all’artista italiana che si terrà nella prestigiosa sede di Palazzo Reale dal 24 al 29 novembre; la mostra è promossa e prodotta da Vogue Italia con il Comune di Milano – Cultura e Palazzo Reale e realizzata grazie al contributo incondizionato di Mediolanum farmaceutici S.p.A. The Female Gaze e Photovogue/Infashion  sono invece le due collettive allestite nel suggestivo spazio industriale riconvertito di Base Milano, dal 22 al 26 novembre.

The Female Gaze è una mostra dedicata alle fotografe che hanno rivoluzionato – e stanno rivoluzionando – il modo di rappresentare il corpo e la sessualità femminile nella fotografia di moda. Photovogue/Infashion  e un’esposizione dedicata ai fotografi selezionati tramite lo scouting indetto sul canale PhotoVogue di Vogue.it.

Partner automotive del Photo Vogue Festival è “Audi che ancora una volta è al fianco di Vogue Italia nella promozione del talento e dell’innovazione – spiega a Today Pubblicità Italia Francesca Airoldi, Direttore Divisione Glamour, Vogue, Vogue Sposa, Vogue Bambini, Vogue Accessory. Mobile Partner dell’iniziativa è Huawei, che con la recente collaborazione con Leica, presenta il nuovo smarphone Huawei P9”.

Huawei e Vogue Italia hanno indetto uno scouting su Instagram e hanno selezionato le 50 fotografie che meglio hanno interpretato la sfida di Huawei: ‘Change the way you see the world’. Tra questi fotografi ne sono stati selezionati 5 che hanno scattato uno street diary per Vogue Italia: queste immagini, assieme alle 50 selezionate, saranno pubblicate in un libro che sarà distribuito durante il festival.

“Il Photo Vogue Festival rappresenta la continua evoluzione del brand – continua Francesca Airoldi – capace di costruire grandi eventi come la Vogue Fashion Night Out e Vogue Talents e progetti tailor made”.

“Progetti che fortificano il sistema Vogue  e che sono al centro della strategia di crescita del brand Vogue – sottolinea  Francesca Airoldi -. Gli eventi rappresentano complessivamente il 10% del fatturato advertising del brand. E di questo 10% il Photo Vogue Festival rappresenta un 15%. Continua a crescere il peso della pubblicità di Vogue.it che rappresenta il  14% del totale. Siamo molti soddisfatti dalle performance di Vogue.it che registra 42 milioni di pagine viste al mese e 2 milioni di visitatori unici mensili (dati di settembre). Inoltre contiamo su una fanbase di 5 milioni di utenti sui vari social media. Il resto del fatturato della raccolta adv è generato dalla stampa che nei primi nove mesi dell’anno è in linea con il 2015, ma continua a fare la parte da leone nel sistema Vogue”. (F.Ci.)