Al via la trentesima edizione di Epica Awards: 18 le shortlist italiane

15 novembre 2016

di Laura Buraschi


Sono iniziati ieri ad Amsterdam i lavori della giuria della trentesima edizione di Epica Awards, con un totale di 3806 lavori iscritti (+2% rispetto al 2015), in particolare con una forte presenza da Germania, Francia, Stati Uniti, Gran Bretagna e Svezia. 114 i progetti italiani iscritti da 28 strutture. Di questi, 18 hanno superato la preselezione entrando in shortlist.

Di queste, 11 saranno giudicati in questi giorni ad Amsterdam, altre 7 fanno parte della categoria Interactive & Integrate Campaign, per la quale la procedura è diversa: sono infatti votati solo dalla giuria online e i risultati saranno annunciati nei prossimi giorni.

Gli 11 progetti sui quali invece deciderà la giuria di Amsterdam, composta da giornalisti del settore provenienti da tutto il mondo (inclusa Pubblicità Italia) sono: ‘The Chorus’ e ‘The dilemma’ di Publicis Italy per Heineken, ‘We are what we live-Woman’ e ‘We are what we live – The 2017 Lavazza Calendar’ di Armando Testa per Lavazza, ‘Valentino SS 2016’ di Rem Ruini e Mariotti per Valentino, ‘Audi stop’  di Verba DDB per Audi, ‘Speak like the patron’ di We are social per Netflix, ‘Tablò painter’ di Armando Testa per Perugina, ‘Milanofil-XXIX International Stamps Exhibition’, ‘Philatelic subscription. The Art of Stamps at your home’ e ‘Infofil’ di McCann Worldgroup per Poste Italiane.