Comune di Milano e Ferrovie Svizzere ‘alleati’ per il marketing turistico

4 novembre 2016

Filippo Del Corno, Roberta Guaineri, Sibylle Oser e Armin Weber

di Monica Bozzellini


Attrarre turisti svizzeri proponendo Milano come destinazione per chi viaggia a bordo dei treni delle ferrovie federali, con un sistema di promozioni: è l’obiettivo del Protocollo d’intesa siglato ieri dall’assessore al Turismo, Roberta Guaineri, dall’assessore alla Cultura, Filippo Del Corno, dal responsabile del traffico internazionale di SBB, Armin Weber, e dal responsabile mercato Italia di SBB, Sibylle Oser. Milano non solo meta mordi e fuggi per affari o shopping, ma esperienza turistica incentrata, in particolare, sull’offerta culturale.

In base all’accordo, infatti, una serie di esposizioni a Palazzo Reale (da Rubens a Caravaggio, passando per Keith Haring) sarà accessibile ai turisti in arrivo a Milano con FFS con un 50% di sconto sul prezzo del biglietto di ingresso.

Coniugando all’uso di un mezzo sostenibile come il treno, la possibilità di fruire in città per gli spostamenti i servizi di sharing, dalle auto alle bici. Un accordo di reciprocità che prevede anche per il potenziale turista in partenza da Milano verso le mete turistiche Svizzere, con treni Eurocity gestiti in cooperazione con Trenitalia, l’occasione di accedere a oltre 100 idee di viaggi in Svizzera con prezzi ridotti: dallo sconto per la mostra Kandinsky, Marc & Der Blaue Reiter a Basilea a quello sull’ingresso al Museo Paul Klee di Berna.

L’accordo sarà sviluppato anche nella direzione di una promozione informativa delle offerte e delle opportunità d’esperienze a Milano e in Svizzera lungo l’anno: attraverso materiale sui treni, oltre a spazi sul portale del Turismo di Milano e su quello delle Ferrovie svizzere. Inoltre, dal prossimo 11 dicembre, grazie al nuovo tunnel base del San Gottardo, il viaggio tra Milano e Zurigo sarà di 30 minuti più veloce, stringendo ulteriormente la relazione. L’accordo segue quello con SNCF per i TGV che collegano Milano alla Francia, siglato nel 2014 e rinnovato quest’anno.

“L’obiettivo dell’intesa di oggi – hanno spiegato gli assessori Guaineri e Del Corno – è quello di perpetrare la pratica vincente delle reti internazionali: l’esempio francese (+ 35% sui TGV verso Milano durante Expo e +20% nei primi otto mesi del 2016 sul 2014, ndr) ha dimostrato che se si collabora si ottengono successi tangibili”.

“In questa direzione, l’offerta culturale è uno degli aspetti più evidenti di promozione di Milano – ha sottolineato a Today Pubblicità Italia l’assessore Del Corno -, basti pensare che per il 75% circa i visitatori di Palazzo Reale vengono da fuori Milano e che, di questi, una componente pari al 50% viene dall’estero. Con una crescita di affluenza di visitatori stranieri costante dal 2013 e in cui Expo si è inserito come un acceleratore di reputazione”.

Un percorso, quello realizzato attraverso la cultura dal Comune di Milano,  fatto anche di valorizzazione delle iniziative private – come nel caso del Museo della Fondazione Prada – e che si compone di nuove occasioni di “partnership” con le aziende, chiude Del Corno,  “in cui il sostegno economico è anche elemento di comunicazione integrata. Con un esempio che mi piace fare su tutti: l’accordo siglato nel 2014 con UBS che ha permesso il rilancio della Galleria d’Arte Moderna di Milano”.