Criteo, nel terzo trimestre il 57% del business arriva da mobile

3 novembre 2016

Eric Eichmann

I risultati finanziari relativi al terzo trimestre conclusosi il 30 settembre 2016 di Criteo (NASDAQ: CRTO), azienda tecnologica specializzata in performance marketing, hanno registrato revenue per 424 milioni di dollari (+27% anno su anno). Nel terzo trimestre  il 57% del business Criteo è stato generato da annunci per mobile.

Il fatturato ex-TAC ottenuto da clienti esistenti nel Q3 2015 e ancora esistenti nel Q3 2016, è cresciuto del 15% a valuta costante. E quasi 7.000 clienti sono attivi su Facebook Dynamic Ads e Instagram. Gli utenti abbinati attraverso la soluzione Universal Match hanno generato il 52% del fatturato ex-TAC nel terzo trimestre, riflettendo la crescente adozione della soluzione Criteo e l’alto valore degli utenti. Oltre il 66% dei clienti condivide dati CRM anonimi.

Tale incremento è riconducibile principalmente all’innovazione tecnologica su tutti i dispositivi e piattaforme, e la continua espansione delle relazioni con i publisher e nuovi clienti. Il 25 ottobre 2016 Criteo ha lanciato Criteo Predictive Search, un prodotto innovativo che porta il collaudato approccio Criteo basato sulle performance al grande mercato Google Shopping in rapida crescita.

“Continuiamo a fornire risultati formidabili per gli inserzionisti – ha detto il ceo Eric Eichmann -. E con l’aggiunta di HookLogic e Criteo Predictive Search, ci occuperemo di una parte sempre crescente della loro performance marketing per diventare un partner più strategico”. In EMEA, le entrate ex-TAC sono cresciute del 23%, o 27% a valuta costante, per 71 milioni di dollari (Q3 2015: 57 milioni di $) e hanno rappresentato il 40% del totale delle entrate ex-TAC.