Vivendi a Mediaset: “Cessato l’interim management su Premium”

21 ottobre 2016

In una nota diffusa ieri sera, Mediaset ha comunicato di aver ricevuto da Vivendi “In ottemperanza all’articolo 17 Regolamento Ue 596/2014 (MAR), una lettera formale datata 18 ottobre 2016 in cui viene comunicata ufficialmente la cessazione per la società Mediaset Premium del sistema di gestione cosiddetto di interim management”.

Due sono le conseguenze di questa inedita comunicazione secondo il biscione.

“Da un lato un tardivo tentativo di evitare ulteriori danni a quelli enormi già provocati dalla paralisi organizzativa di Mediaset Premium – prosegue la nota -. Danni che non si possono certo cancellare in quanto l’inaccettabile comportamento di Vivendi ha bloccato l’impostazione di un’intera stagione di abbonamenti e calcistica. Dall’altro lato, la principale conseguenza della formale lettera odierna è il riconoscimento implicito della validità del contratto in essere. Contratto di cui Vivendi comunica unicamente la cessazione di una delle parti che lo compongono (l’articolo 5.1). Ed è evidente che richiedere di invalidare un solo articolo di un contratto, conferma automaticamente che tutti gli altri articoli dell’accordo vincolante già firmato sono validi”. Già da mercoledì 19 ottobre il broadcaster di Cologno aveva comunque risposto alla società guidata da Vincent Bolloré prendendo atto che “la vicenda sarà risolta in tribunale”, perché dal 25 luglio 2016 (data della lettera ufficiale Vivendi di dietrofront sul contratto definitivo e vincolante firmato) da parte di Vivendi non c’erano stati approcci. Altro punto sottolineato da Mediaset è stato che “i reiterati riferimenti a ‘business plan irrealistici’ costituiscono ingerenze inappropriate sulle attività di un rilevante asset industriale di una società quotata”.