Condé Nast inaugura l’era dello ‘Store-Telling’ con il nuovo la Rinascente Magazine

7 ottobre 2016

È online il nuovo Magazine la Rinascente, nato da una partnership tra Condé Nast e il ‘miglior department store del mondo’ (come lo ha recentemente nominato il Global Department Store Summit 2016). Il magazine è integrato nel sito corporate de la Rinascente e inaugura l’era dello ‘Store-Telling’, attraverso una nuova modalità di interazione tra contenuti, brand ed experience in store. La Rinascente e Condé Nast hanno lavorato in stretta sinergia, sviluppando il concept del magazine da un punto di vista editoriale e del design.

Think Content, il team Condé Nast dedicato ai progetti di Native Content per i brand, ha impostato la content strategy, il tone of voice e le linee guida editoriali insieme al partner e ha creato una Newsroom dedicata. Il progetto prevede la cura e la produzione di contenuti editoriali pensati e sviluppati su tematiche affini allo store e ai suoi brand. Un destination site che diventa quindi un polo di comunicazione de la Rinascente, attraverso contenuti che spaziano dal fashion al lifestyle, dal design al beauty.

Condé Nast supporterà e svilupperà il magazine per due anni attraverso un piano di distribuzione dei contenuti all’interno delle proprie properties digitali (vogue.it, vanityfair.it, gqitalia.it) e un piano social all’interno della propria fan base, per rendere il progetto misurabile in base alla visibilità e all’esposizione dei contenuti prodotti.

“A un anno dalla nascita della Unit dedicata al Native Content, questa partnership ci conferma come quest’area di business stia diventando strategica e fondamentale per arricchire il bouquet del nostro asset digitale, che si dimostra elemento di turning point verso un digital habits ricco di nuove opportunità”, spiega Marco Formento, Senior VP Digital di Condé Nast.

Il progetto, partito meno di tre mesi fa, è stato generato dalla necessità del partner la Rinascente di una strategia di branding proiettata a una maggiore visibilità e aderenza fra il proprio brand, il mondo luxury & fashion e relativa audience. Condé Nast ha risposto con un progetto di Premium Content Experience capace di coinvolgere l’audience con storytelling ad alto tasso di engagement e fortemente integrato alla valorizzazione della customer profilation del department store.

“Raccontare una storia on line collegata all’esperienza fisica in-store permette di catturare un’audience sempre più ricettiva nel seguire quei brand capaci di predisporre experience omni-channel e circolari attraverso i loro touch point. Il contenuto può diventare uno strumento sistemico per rafforzare l’heritage in-store de la Rinascente, valorizzando sul digitale, storie capaci di trasferire un racconto ricco di immagini, interazioni, ispirazioni e call to action verso lo store”, dichiara Barbara Corti, Digital Product Director di Condé Nast e responsabile della Unit dedicata al Native Content.