Per la nuova Triboo ricavi in crescita del 21% e utili a +34,7%

7 ottobre 2016

Giulio Corno

La nuova Triboo (vedi notizia), nata dalla fusione tra Triboo Media e Grother (Triboo Digitale) chiude il primo semestre al 30 giugno 2016 con ricavi operativi in aumento del 21% rispetto ai dati comparabili del 2015 e pari a euro 44,94 milioni, grazie principalmente all’aumento del numero di store gestiti da parte di Triboo Digitale e di ordini venduti dagli stessi.

L’EBITDA del Gruppo Integrato risulta essere di euro 5,88 milioni in aumento dell’11,2% rispetto ai dati comparabili del 2015. Il risultato netto del Gruppo Integrato è pari a euro 3,15 milioni, in crescita del 34,7%. A livello di Gruppo Integrato la posizione finanziaria netta del primo semestre è pari a euro 2,1 milioni.

“La recente fusione di Triboo Media con Grother, la holding di Triboo Digitale, segna la nascita del primo gruppo italiano specializzato nell’offerta di soluzioni integrate di digital media ed e-commerce – commenta Giulio Corno, Presidente e fondatore del Gruppo Triboo -. Abbiamo dato vita a un nuovo gruppo integrato, diversificato e competitivo, che come dimostrano anche gli indicatori economici presenta un notevole potenziale di crescita ed è in grado di posizionarsi fin da subito nel ruolo di partner strategico preferenziale per tutte le imprese italiane che vogliono affrontare professionalmente il processo di digitalizzazione”.

La scorsa settimana il cda di Triboo Media ha deliberato l’anticipazione all’8 ottobre dei termini per la fusione tra Triboo Media e Grother, la holding di Triboo Digitale. A partire da tale data Triboo Media subentrerà in tutti i rapporti giuridici attivi e passivi facenti capo a Grother e assumerà la denominazione di Triboo. Gli effetti contabili e fiscali della fusione saranno retrodatati alla data del 1 gennaio 2016.