Società Iniziative Editoriali mette in vendita L’Adige

4 ottobre 2016

Nell’editoriale pubblicato sul 2 ottobre, il direttore de l’Adige, Pierangelo Giovanetti, ha ufficialmente comunicato ai lettori che il quotidiano è in vendita. Secondo quanto si apprende da prima online.it, gli editori della Sie, Società Iniziative Editoriali, la contessa Marina Mattiazzo Gelmi di Caporiacco e suo fratello Sergio, che hanno ereditato la casa editrice dal fratello Francesco deceduto nel’96, hanno infatti deciso di lasciare per problemi anagrafici e hanno dato incarico a una finanziaria di trovare dei compratori.

“Oggi il quotidiano è la prima testata di lingua italiana della regione, con un primato in diffusione e radicamento attestato proprio in questi giorni dall’Audipress, con 217mila lettori ogni giorno, pari a una crescita del +9% rispetto alla rilevazione precedente”, scrive Giovanetti, che in un discorso più ampio affronta il panorama dei quotidiani locali della regione.

“Dopo decenni di controllo da parte del Gruppo Espresso-Repubblica, il Trentino e l’Alto Adige stanno per cambiare azionista di riferimento, a seguito della decisione della famiglia De Benedetti di vendere o affittare il quotidiano per rientrare nel tetto dell’Antitrust del 20% delle tirature, superato dopo l’incorporazione della Stampa di Torino e del Secolo XIX di Genova. Si vedrà a chi andranno le quote di controllo, e se l’azionista sarà un gruppo nazionale con logiche nazionali, o invece altro. Il Corriere del Trentino e il Corriere dell’Alto Adige hanno di recente cambiato editore, con il passaggio della casa madre, il Corriere della Sera, a Urbano Cairo: si vedrà se il nuovo editore continuerà a investire nella territorialità e radicamento locale della testata nazionale, o deciderà altrimenti”.