La #vegevolution Valbona: innovazione e investimenti on e offline. Forte focus sui social

30 settembre 2016

di Laura Buraschi


Passa attraverso una forte spinta all’innovazione di prodotto e alla comunicazione – soprattutto online – la #vegevolution di Valbona: l’azienda veneta nata nel 1962 e specializzata nell’arte conserviera da tre anni sta intraprendendo una profonda fase di rinnovamento, su svariati fronti. Intanto sul fronte degli impianti, con un investimento di oltre 4 milioni di euro per la sostituzione dei macchinari e la creazione di una nuova filiera, più ecologica e più produttiva.

“Ad oggi – conferma Cristina Marchetti, amministratore delegato dell’azienda nonché figlia di uno dei fondatori – produciamo all’anno 36 milioni di vasetti, ma con i nuovi impianti possiamo arrivare a 55”.

Innovazione anche e soprattutto sul fronte dei prodotti: Valbona storicamente produce per diverse private label, ma dal 2013 ha deciso di investire sul proprio brand, con un nuovo posizionamento e un ampliamento della gamma di prodotti.

Sono nate così nuove referenze tra i sottolii e i sottaceti e tra salse e paté, ma anche le nuove linee Valbìo, Magie della Natura (di cui fa parte anche una brand extension dedicata ai più piccole e realizzata con il licensing di Disney) fino all’ultimissima novità, le Veganette, affettati di verdura arricchiti dai cosiddetti ‘superalimenti’, destinati non solo a utenti vegani ma a chiunque voglia incrementare il consumo di verdura nella propria alimentazione.

Per sostenere queste trasformazioni non poteva mancare la comunicazione, come illustra a Today Pubblicità Italia il marketing manager Federico Masella: “Abbiamo deciso di utilizzare prevalentemente il digital in parte per coinvolgere un target sempre più giovane e in parte per ottimizzare i costi. In attività di marketing, Valbona investe nel 2016 circa 500.000 euro che comprendono sia le attività digital e social, sia campagna stampa al trade e su alcune testate del settore cucina e viaggi, ma anche eventi e sponsorizzazioni”.

Valbona è supportata da Newwws per le attività di ufficio stampa e media relation, mentre la creatività delle pagine stampa è firmata da Tonik Design di Parma. A curare la strategia digital è invece Bentobox.pro di Verona, che, insieme al reparto marketing interno, quest’anno ha sviluppato in particolare tre progetti. Il primo è ‘Happy Hour con Valbona’: 10 video dalla durata di 15 secondi per scoprire un nuovo modo di vivere l’aperitivo.

Realizzati in tecnica stop-motion, i video sono condivisi sui canali social di Valbona, in particolare su Instagram, e si chiudono con un invio a seguire l’azienda su Spotify, dove ha aperto un suo canale dedicato con diverse playlist musicali come colonna sonora per l’aperitivo.

La seconda iniziativa è ‘In viaggio con lo Chef’, una web serie in 14 episodi (ma altri sono in corso di realizzazione) che hanno per protagonista Daniele Zennaro, chef del Ristorante Canova presso il Baglioni Hotel Luna di Venezia.

Infine, ‘Operazione trasparenza’, una comunicazione sempre veicolata attraverso i social che illustra la trasparenza con cui Valbona opera quotidianamente. Il fatturato dell’azienda ammonta a 36 milioni di euro, di cui attualmente il 35% proviene dai mercati esteri.