Blue Note Milano (Casta Diva Group) presenta JazzMi

28 settembre 2016

Andrea De Micheli

Debutta a Milano JazzMi, festival ideato e prodotto da Teatro dell’Arte e Ponderosa Music & Art in collaborazione con Blue Note Milano, realizzato grazie al Comune di Milano – Assessorato alla Cultura, sotto la direzione artistica di Luciano Linzi e Titti Santini.

L’evento, che si terrà dal 4 al 15 novembre 2016 a Milano, ha l’obiettivo di connettere diverse realtà cittadine e rendere l’esperienza non un semplice festival jazz, ma una sorta di viaggio all’interno della musica in tutte le sue declinazioni. Più di 120 eventi, 80 concerti e più di 300 artisti sono pronti a incantare Milano in un viaggio di 12 giorni. Il programma sarà fitto di appuntamenti tutti connessi tra loro, creando dei percorsi in tutta la città e rendendo JazzMi un evento sinergico e vivo. I punti nevralgici della rassegna saranno Il Teatro dell’Arte e il Blue Note.

“Blue Note Milano è forse il più importante jazz club dell’Europa continentale e non poteva che essere protagonista di una festa del jazz come JazzMi. Vogliamo aprire questo ‘tempio del jazz’ alla città e ai giovani attraverso iniziative coinvolgenti, in collaborazione con le forze migliori di Milano” afferma Andrea De Micheli, amministratore delegato di Casta Diva Group, società che ha recentemente acquisito Blue Note.

Il festival partirà dall’alto, dal Belvedere Jannacci sul Pirellone, con il contributo del Consiglio Regionale di Regione Lombardia e il Conservatorio di Milano.  Grazie al fondamentale supporto di Yamaha, JazzMi arriverà al MUDEC in occasione della mostra dedicata a Basquiat. E poi una rassegna di concerti con Luigi Ranghino, The Dynamic Trio by Marco De Gennaro e Seby Burgio e i racconti e la musica di Arto Lindsay con Carlo Antonelli.

JazzMi non sarà solo musica ma anche arte con Roberto Polillo a Base Milano, Riccardo Schwamenthal al Teatro dell’Arte e Roberto Ciffarelli al Blue Note Milano per raccontare con la fotografia la grande storia jazz della città; meeting con gli artisti; libri e storie jazz con incontri e concerti in librerie con il supporto di Punto Touring, La Feltrinelli, Open Milano, Libreria Gogol e Verso; cinema con una rassegna di quattro appuntamenti al Cinema Palestrina; lezioni per raccontare la storia del jazz in collaborazione con l’Associazione Musica Oggi.