Levissima sceglie il ‘Nudging’ per incoraggiare gli everyday climbers digitali

27 settembre 2016

I primi tre canvas pubblicati hanno generato in totale quasi 21 milioni di visualizzazioni e 9mila interazioni

Per chi sta affrontando la sua ‘scalata’ quotidiana e ha bisogno di un piccolo appiglio per compiere l’ultimo passo e toccare la cima, il brand di acqua minerale Levissima, sempre al fianco degli #Everydayclimbers che hanno ogni giorno una piccola o grande vetta da conquistare, dà il via a una nuova campagna social firmata dalla unit Ogilvy Change dell’agenzia Ogilvy & Mather Italia, con lo scopo di aiutare i fan della propria pagina Facebook a raggiungere l’obiettivo prefissato.

Lo strumento è una innovativa strategia di economia comportamentale, adottata oggi dalle politiche sociali di 136 nazioni, chiamata ‘Nudging’. In italiano si traduce come ‘spinta gentile’ e l’immagine che meglio la rappresenta è quella di un animale che incoraggia il proprio cucciolo a camminare, dandogli piccole spinte con il muso.

Nel linguaggio dei social, una serie di post che suggeriscono ‘trucchetti’ semplici ma di grande efficacia, che permettono di ritrovare ogni giorno la motivazione e conquistare così la propria vetta. Una campagna che vive attraverso il Canvas consente all’utente una full immersion a tutto schermo nella creatività tramite dispositivo mobile. Una strategia vincente, a giudicare dai risultati iniziali: i primi tre canvas pubblicati hanno generato in totale quasi 21 milioni di visualizzazioni e 9mila interazioni.

Levissima ha inoltre sfruttato per la propria campagna social uno dei formati più innovativi di Facebook, lavorandoci in collaborazione con OgilvyOne e il team Social@Ogilvy, quando ancora era un prototipo: il Canvas. Uno strumento di visual storytelling che fa un mash-up di diversi formati di advertising già inseriti sul social, che vengono confezionati in un unico contenitore fruibile esclusivamente da mobile generando così esperienze di navigazione sui dispositivi mobili coinvolgenti ed immersive. Si creano così tips pratici e veloci, capaci di portare l’utente in una nuova dimensione che però esiste all’interno di Facebook stesso.