McCann Worldgroup per #ioCondivido

23 settembre 2016

Un weekend di eventi, incontri e workshop per conoscere da vicino la grande rivoluzione e sfida dell’economia collaborativa che pone in discussione i tradizionali paradigmi economici e le relazioni consolidate esistenti tra imprese e consumatori e tra imprese ed associazioni di consumatori.

Sabato 24 e domenica 25 settembre si terrà #ioCondivido, la prima edizione del Festival sulla Sharing Economy promosso e organizzato da Altroconsumo con il patrocinio dal Comune di Milano, al Castello Sforzesco. McCann Worldgroup ha condiviso con Altroconsumo il percorso che ha portato all’ideazione di questo Festival integrando le diverse competenze di Momentum, MRM//McCann, McCann e Craft.

Il team ha definito la strategia, il format, il tema, la visual identity, l’organizzazione e l’allestimento di oltre 7000 mq di spazi che vedranno protagonisti le piattaforme web promotrici di nuovi modelli collaborativi – Airbnb, BlaBlaCar, Gnammo, Uber – e le aziende che hanno approcciato il tema della condivisione come sistema di opportunità di incontro e di svago, nonché innovazione tecnologica e sociale – Google, Fastweb e altri.

La campagna di comunicazione pone l’accento sui diversi aspetti della Sharing Economy, richiamando l’attenzione su temi come il turismo collaborativo, il co-working e il car sharing con l’obiettivo di stimolare un dialogo con i consumatori che sarà approfondito proprio durante i giorni del festival. McCann Worldgroup ha inoltre ideato e prodotto la Factory di Altroconsumo ovvero un percorso interattivo che, attraverso la realtà aumentata, coinvolgerà e stimolerà le persone ad andare oltre quello che si vede per scoprire una prospettiva diversa e più ricca che svelerà il mondo e le attività di Altroconsumo al servizio dei consumatori.

“Siamo orgogliosi di aver messo a disposizione di Altroconsumo le nostre competenze integrate di gruppo e di aver contribuito al Festival della sharing economy – ha commentato Stefano Pozzo, ceo di MRM//McCann -. Un ambito che ci appassiona e che ci riguarda direttamente e che sta cambiando in modo radicale le abitudini delle persone e di conseguenza il modo in cui chi lavora nel mondo del marketing deve relazionarsi con loro”.

Chief creative officer: Alessandro Sabini. Project Leader: Chiara Gironi.