Dyson entra nel Beauty con Supersonic e un accordo con Sephora

16 settembre 2016

James Dyson

di Monica Bozzellini


Quattro mesi fa, a Tokyo, lo svelamento ufficiale tenuto a battesimo dal fondatore, James Dyson. Ieri, a Milano, la presentazione sul mercato italiano del nuovo asciugacapelli Dyson Supersonic, con cui l’azienda britannica entra nel settore Beauty dopo un lavoro di ricerca e sviluppo durato 4 anni e un investimento di circa 70 milioni di euro che ha incluso la creazione di un laboratorio dedicato allo studio della scienza del capello.

“Dyson ha fatto dell’innovazione la propria ragion d’essere – sottolinea in conferenza stampa Daniela Pighini, managing director di Dyson Italia -, attraverso tecnologie rivoluzionarie che cambiano le regole del gioco. E’ il caso anche di Dyson Supersonic, non solo un asciugacapelli, ma un prodotto di bellezza che lavora anche sulla salute del capello”.

Motore digitale che influisce anche sulla maneggevolezza e silenziosità del prodotto; modulazione dei livelli di calore del getto d’aria; accessori che si agganciano al corpo principale magneticamente studiati insieme a professionisti dell’hair styling, sono alcune delle caratteristiche innovative del prodotto, la cui efficacia è stata ‘sposata’  da Salvo Filetti, co-fondatore e direttore creativo di Compagnia della Bellezza e direttore artistico di Joy Àcademy (accademia europea di hair designer).

Filetti è testimonial di Supersonic in Italia e protagonista di una serie di tutorial, presto disponibili online: “Tecnologia e funzionalità si uniscono in un unico apparecchio – racconta -, per regalare a tutti, tanto ai professionisti quanto ai consumatori a casa, un’esperienza di utilizzo davvero unica e rinnovata”.

Proprio per avvicinare i consumatori al prodotto (in vendita a 399 euro) l’azienda ha siglato un accordo distributivo di lancio: “Grazie a una collaborazione esclusiva con la catena Sephora che riguarda Italia, Francia, Spagna e Stati Uniti – annuncia Pighini – è possibile acquistare Dyson Supersonic, oltre che sul sito Dyson.it, anche sull’estore Sephora.it. Per soddisfare le richieste dei clienti, inoltre, da questo mese fino alla fine di  ottobre, l’anteprima riguarderà anche un numero selezionato di negozi presenti sul territorio nazionale. A vendite iniziate – aggiunge la managing director -, i risultati sono già al di sopra delle aspettative. Dopo Sephora e fino a dicembre, sarà poi la volta di Mediaworld, mentre da gennaio 2017 apriremo ad altri negozi, sempre guidati dalla possibilità di aprire al loro interno spazi interattivi in cui il pubblico possa conoscere e testare il prodotto”.

Dyson ha investito in generale 1,5 miliardi di sterline nella tecnologia del futuro e sta sviluppando quattro nuovi portafogli tecnologici, con l’intenzione di lanciare a livello mondiale 100 prodotti nei prossimi quattro anni.