Triboo Media, approvato il progetto di fusione di Grother: nasce Triboo S.p.A.

14 settembre 2016

Giulio Corno

L’assemblea degli azionisti di Triboo Media, uno dei principali digital publishing network indipendenti sul mercato pubblicitario italiano quotata su AIM Italia, riunitasi ieri in sede ordinaria e straordinaria sotto la presidenza di Giulio Corno, ha approvato, in sede straordinaria, il progetto di fusione per incorporazione di Grother in Triboo Media.

Grother detiene la totalità del capitale sociale di Triboo Digitale, che – sottolinea una nota – negli anni si è posizionata in modo sempre più distintivo nel segmento dell’e-commerce e dei servizi a esso correlati. La fusione, che avverrà attraverso un’operazione di ‘reverse take over’, porta alla nascita di Triboo S.p.A., un gruppo italiano in grado di presentarsi sul mercato con un’offerta integrata e diversificata di soluzioni di commercio elettronico e digital media, con un fatturato consolidato di oltre 85,8 milioni di euro nel 2015.

Una Internet Company con un forte potenziale di crescita, che giocherà il ruolo di partner strategico preferenziale per le imprese che vogliono affrontare professionalmente il mercato digitale. L’assemblea straordinaria ha deliberato, inoltre, le modifiche statutarie agli articoli 15, 17 e 22 dello Statuto Sociale. A seguito della fusione, la priorità del gruppo sarà il progetto di quotazione al listino principale.