Assocom e PR Hub partner del GrandPrix Relational Strategies

7 settembre 2016

Stefano Del Frate

di Andrea Crocioni

Assocom e PR Hub entrano a far parte dell’organizzazione del GrandPrix Relational Strategies. E’ questa la più grande novità dell’edizione numero 23 del Premio di TVN Media Group dedicato alle tecniche più innovative ed efficaci del connected marketing. Non si tratta solo di una ‘benedizione’ delle principali realtà rappresentative del settore della comunicazione, ma di un’autentica parnership strategica.

“Come associazione – spiega Stefano Del Frate (nella foto), direttore generale di Assocom – abbiamo sempre pensato che i premi rappresentassero un benchmark importante per esprimere il livello del mercato del Paese e per definire uno standard creativo e progettuale delle agenzie che operano in Italia. Riteniamo che questa sia un’occasione di crescita culturale per il comparto”. Il punto di forza del GrandPrix Relational Strategies? “Al suo interno sono rappresentate tante discipline diverse, accomunate dalla capacità di creare una relazione di marca. E’ un premio aperto a differenti tipologie di agenzia che ben si connette con la nostra base associativa”, risponde Del Frate. “A livello internazionale – prosegue – siamo partner degli IMC Awards, ma in Italia non avevamo nessun premio che avesse gli stessi ‘confini’. Con questa partnership colmiamo questa lacuna e andiamo a creare un collegamento fra i due premi. Stiamo definendo momenti di promozione con TVN, un editore sensibile e attento, come noi impegnato nella promozione della cultura della comunicazione”, sottolinea il direttore generale dell’associazione.

Assocom e PR Hub saranno, dunque, un motore per far crescere l’award che negli anni ha contribuito a portare in vetrina le eccellenze del marketing relazionale,e che oggi, come ricordato dallo stesso Del Frate, è fortemente penetrato dalle discipline del digitale. “Siamo di fronte a progetti sempre più articolati – dice – che hanno bisogno di un format come questo che consente di raccontarli nella loro complessità e di lasciargli esprimere tutto il loro potenziale”. Siamo di fronte a una sfida di sistema in nome della qualità che l’associazione ha colto con entusiasmo. “Se l’Italia non emerge a livello internazionale – afferma il dg – significa che una mancanza c’è. Da un lato abbiamo sicuramente un problema di committenza, ma non si possono dare tutte le responsabiltà alle aziende. Sono spesso le stesse agenzie a frenarsi. Un premio come il GrandPrix Relational Strategies può costituire uno stimolo a guardare oltre e ad alzare l’asticella della qualità”.

Uno spazio ideale che si apre per agenzie che non hanno paura di mettersi alla prova e per aziende che sanno osare per affermare i propri valori di marca. Commenta l’editore Rino Moffa: “Siamo lieti di accogliere Assocom e PR Hub come partner della 23ma edizione del GrandPrix Relational Strategies. Anno dopo anno, il premio dedicato alle tecniche più innovative ed efficaci del marketing di relazione ha saputo rinnovarsi, restando sempre in sintonia con un mercato della comunicazione in continua evoluzione e, talvolta, anticipandone le tendenze. Gli elementi caratterizzanti il GrandPrix rimangono l’internazionalità, la composizione della Giuria, che vede riuniti  i protagonisti del marketing d’azienda e del mondo accademico, e le categorie rappresentative di tutte le tecniche di comunicazione diretta al consumatore. Sono convinto che il contributo di Assocom e PR Hub ci consentirà di mettere a fattor comune know how ed esperienza per valorizzare non solo le migliori campagne iscritte, ma tutto l’ecosistema della comunicazione italiana”.