Twitter lancia Twitter Media Studio

31 agosto 2016

Twitter sta investendo senza sosta nel video, come dimostrano le nuove funzionalità annunciate a giugno, che consentono di caricare video più lunghi e danno ai video creator modalità più efficaci per entrare in contatto con i propri fan. Ieri Twitter ha annunciato la disponibilità di ulteriori nuovi strumenti che permetteranno, ai creatori di video in tutto il mondo, di caricare, gestire e pubblicare i propri lavori in maniera molto più efficace ed efficiente che in passato.

Media Studio, che sostituirà video.twitter.com, è uno spazio desktop ancora più completo che permetterà di avere accesso, in un unico posto, a tutti gli strumenti e risorse disponibili per la pubblicazione di video. Include, inoltre, nuove funzionalità che faciliteranno il lavoro dei creatori professionisti che caricano i propri contenuti video su Twitter.

Le nuove funzionalità includono: una nuova mediateca unificata da dove è possibile accedere a tutti i tipi di contenuti caricati (video, gif e immagini); una nuova funzionalità di pianificazione dei propri video su Twitter, che permette di programmare un numero illimitato di Tweet contenenti video e di collaborare con i membri del proprio team; nuovi strumenti per controllare gli accessi per rendere più semplice ed efficace il monitoraggio e il passaggio tra account multipli; miglioramenti nella stabilità e nelle perfomance di caricamento dei video.

Twitter sta inoltre lavorando per offrire ai creatori di contenuti nuove modalità per monetizzare i loro video.

Il Twitter Amplify Publisher Programme, lo strumento dedicato ai creatori per la monetizzazione attraverso campagne di video pre-roll, è al momento disponibile solo negli Usa e solo per un selezionato numero di creatori.

I creatori nel resto del mondo, in ogni caso, possono continuare a ottenere un guadagno generando contenuti per i brand attraverso Niche, la piattaforma che consente ai creator di far crescere, controllare e monetizzare la propria presenza social su tutti i network. Parte della famiglia Twitter dal 2015, Niche oggi lavora con 35mila creativi in tutto il mondo e collabora con le principali aziende internazionali per lo sviluppo di contenuti sponsorizzati originali e virali.