Villa Erba compie 30 anni e punta sulla destagionalizzazione

30 agosto 2016

Cesare Manfredi e Piero Bonasegale

di Monica Bozzellini


“Storia e tradizione unite a innovazione e tecnologia. Al centro, il capitale umano”.

Così Villa Erba, sul lago di Como, si è presentata al 30esimo anniversario celebrato lo scorso giugno insieme a 700 invitati e ai padroni di casa Cesare Manfredi, presidente, e Piero Bonasegale, nuovo direttore generale.

“Il refrain del trentennale – racconta a Today Pubblicità Italia il dg –  è ‘un ponte tra passato e futuro’. In continuità nel presente con un occhio attento al passato, ovvero l’esperienza, per dare le giuste risposte al mercato. Villa Erba è un lago, un parco secolare, una dimora storica scelta nel tempo da figure importanti della cultura, come quella di Luchino Visconti, e, infine, è un centro espositivo di oltre 10.000 mq, costantemente adeguato con tecnologie moderne e rispondente a criteri di ecosostenibilità – continua Bonasegale -. Un elemento, quest’ultimo, che va incontro alle nuove sensibilità, in particolare della clientela internazionale: i padiglioni sono, infatti, dotati di un impianto di generazione del freddo che, prelevando acqua di lago, permette l’ottenimento di un liquido refrigerante usato per il condizionamento, impiegando quindi meno energia, riducendo così l’immissione di CO2 nell’aria del 90%”.

A questo, continua Bonasegale “si aggiunge la modularità della struttura, un’altra delle nostre forze, cui si unisce la possibilità di offrire pacchetti completi di servizi: dalle ‘tecniche’  al catering”.

Villa Erba

 

Villa Erba ospita convention, fiere, eventi e celebrazioni private e aziendali, (accanto agli shooting per il cinema e l’adv,), ma qual è l’andamento del mercato?

“Nel 2016 sul 2015, vediamo il Mice tendenzialmente in crescita e decisamente in incremento il Wedding con ricavi fra il 15 e il 20% in più  (ad agosto sono previsti 10 matrimoni contro i 4 del 2015, quasi tutti di clienti stranieri). Sono stabili, infine, le Fiere”.

Sul fronte marketing e comunicazione la struttura utilizza “principalmente carta e web, fondamentalmente investendo su riviste di settore che affianchino il digitale (da cui arriva il riscontro principale) al cartaceo.  Sempre sul web – spiega Bonasegale – facciamo almeno 6 dem all’anno, che mirano al nostro database e in cui puntiamo le luci su eventi realizzati o a venire. Il direct è rilevante, così come cresce il ruolo del passaparola. E poi ci sono gli eventi come quello per il 30esimo anniversario, una serata che ha visto la presenza di oltre settecento persone e una trentina di giornalisti e che rientra nel piano di attività commerciali realizzate per promuovere la struttura”.

E in termini di promozione, “la nostra prossima campagna pubblicitaria, in partenza a settembre, punterà sulla destagionalizzazione – anticipa il manager -. Le condizioni climatiche cambiano, gli ultimi 4 inverni sono stati tutt’altro che freddi; lo scorso febbraio ad esempio, Ferrari ci ha scelti per la presentazione della nuova vettura Gtc4 ed è stato fantastico. Fuori stagione, si crea la possibilità per le aziende di portare i propri dipendenti in una location importante, unendo un gesto di considerazione per i propri collaboratori alla possibilità di cogliere un vantaggio economico nell’affitto dei nostri spazi  abbinato al fatto che anche gli alberghi offrono tariffe agevolate”.