Il vino si vive in digitale con BeFarmer

4 agosto 2016

Nata dall’idea di un gruppo di giovani talenti Filippo Rossi, Iacopo Rossi, Carlo Mozzetti, Francesco Kurhajec, BeFarmer (www.befarmer.it) rappresenta una grande novità nel settore dell’offerta produttiva, turistica e esperienziale legata all’universo coinvolgente e affascinante del vino. Si tratta di un progetto che unisce il lavoro e la cultura agricola, il turismo rurale e ecologico, e l’innovazione digitale.

Un punto di svolta per tutti gli amanti del vino e i piccoli e dinamici produttori locali. L’idea nasce proprio dalla volontà di trasformare l’amore per la terra e per il vino in un’esperienza reale, viva, in cui il desiderio di imparare l’arte della viticoltura e produrre il proprio vino divenga realtà. Ma allo stesso tempo per offrire ai produttori locali l’opportunità di innovare e far crescere il proprio business, aumentando la visibilità della propria azienda e dei propri prodotti, conferendole il valore aggiunto di un’immagine innovativa, esclusiva e tecnologicamente avanzata.

BeFarmer quindi si presenta come un unico progetto innovativo in grado di parlare in maniera diretta sia alle aziende, mettendo a disposizione sia agli amanti del vino che potranno così dopo aver scelto il vigneto, seguirne il ciclo produttivo fino al prodotto finito sentendosi così veri produttori.

Il funzionamento della piattaforma innovativa di befarmer.it è molto semplice. Con befarmer è possibile ‘adottare’ un filare di viti, o anche una sola, e così entrare a far parte di una delle aziende partner selezionate. Sarà possibile rimboccarsi le maniche per partecipare alla potatura, rilegatura e vendemmia delle viti scelte, e preparare il palato per la degustazione del vino nelle sue varie fasi di affinamento. Ma anche seguire la crescita e la cura delle viti a distanza, attraverso un sistema digitale che rende la piattaforma veramente innovativa e che permette ai produttori di essere sempre informato sullo stato della vite.

L’esperienza si conclude con l’imbottigliamento e l’etichettatura – personalizzata –  del prodotto finito, rendendolo così unico.