Rcs, nel 1° semestre margine operativo oltre quota 37 milioni. Altro ‘no’ a Cairo

8 luglio 2016

Laura Cioli

L’Ebidta del 2° trimestre superiore a 40 milioni. Il secondo rilancio dell’editore considerato non ‘congruo’ per gli azionisti. Entro stasera gli ultimi rilanci di Cairo e Bonomi

 

Al fine di fornire al mercato un quadro aggiornato dell’avanzamento del Piano 2016-2018 del gruppo guidato dall’ad Laura Cioli (nella foto), anche in relazione alle offerte pubbliche attualmente in corso, il Consiglio di amministrazione di Rcs MediaGroup – riunitosi ieri, 7 luglio – è stato aggiornato in merito alle prime evidenze sull’andamento del secondo trimestre e del primo semestre 2016. Attraverso un comunicato stampa diffuso in serata, Rcs stima che nel primo semestre 2016 l’Ebitda sia pari a oltre 37 milioni di euro rispetto agli 11,7 del pari periodo 2015, superando il 90% del miglioramento previsto per l’intero anno corrente. Nel semestre si stimano oneri non ricorrenti, inclusi quelli relativi alle offerte pubbliche in corso, per un ammontare significativamente inferiore rispetto al pari periodo 2015. Nel comunicato stampa si ricorda che per l’anno è atteso un miglioramento dell’Ebitda pari a 28,2 milioni di euro, passando da 71,8 del 2015 ai circa 100 milioni attesi a fine 2016. Il primo trimestre dell’anno ha registrato un miglioramento dell’Ebitda pari a 12,1 milioni, passando dai -15,5 milioni del primo trimestre 2015 a -3,4 milioni. Anche il secondo trimestre 2016 conferma il trend positivo superando i 40 milioni ed evidenziando un miglioramento di oltre 13 milioni rispetto al pari periodo 2015 (27,2 milioni).

Sempre nella serata di ieri, Rcs ha diffuso un’altra nota relativa all’Offerta di Pubblico Scambio promossa da Cairo Communication. A seguito del comunicato stampa diramato da Cairo Communication in data 1 luglio 2016 in merito al rilancio sul corrispettivo relativo all’offerta pubblica di scambio volontaria totalitaria promossa da Cairo Communication, ai sensi dell’art. 103, commi 3 e 3-bis, del D.Lgs. n. 58/1998 e dell’art. 39 del Regolamento Consob n. 11971/1999, su azioni ordinarie di Rcs MediaGroup (l’OPS), il Consiglio di amministrazione di Rcs MediaGroup ha approvato all’unanimità l’aggiornamento del comunicato redatto ai sensi dell’art. 103, commi 3 e 3-bis, del D.Lgs. n. 58/1998 e dell’art. 39 del Regolamento Consob n. 11971/1999 (il ‘Comunicato dell’Emittente’). Il Cda, preso atto dell’OPS e dei termini e condizioni della stessa descritti nel relativo documento di offerta e nel comunicato sopracitato, esaminate l’addendum della fairness opinion dell’esperto indipendente, il prof. Roberto Tasca, e il parere degli amministratori indipendenti ai sensi dell’art. 39 bis del Regolamento Consob n. 11971/1999, all’unanimità ha valutato che il corrispettivo offerto, seppur migliorato, non è congruo per i possessori di azioni Rcs.

Sono attesi per questa sera gli ultimi rilanci di Cairo e di Bonomi.