‘Turning Point’ fra i vincitori di ‘Racconti nella Rete’

7 luglio 2016

Il mondo della comunicazione nel mirino del racconto satirico di Filippo Cartosio


C’è anche il giornalista Filippo Cartosio, attualmente addetto stampa della Città metropolitana di Genova e per anni redattore della nostra testata, fra i 25 vincitori del prestigioso concorso letterario ‘Racconti nella Rete’ (www.raccontinellarete.it) collegato al Festival LuccAutori la cui XVa edizione si svolgerà a Lucca dal 24 settembre al 9 ottobre 2016. A conquistare la giuria del Premio, è stata la sperimentazione linguistica di ‘Turning Point’, lo spassoso e caustico racconto di satira sociale di Cartosio, che oltre ad entrare fra i 25 prescelti che saranno premiati a Lucca sabato 8 ottobre e pubblicati in una raccolta edita da Nottetempo, si è anche aggiudicato il secondo piazzamento nel Premio Buduar, destinato al miglior racconto umoristico. ‘Turning Point’, giocando sui toni del grottesco e del parodistico, contrappone con esilaranti effetti comici due universi professionali.

Da una parte Walter Fizzoni (‘il Fiz’), il rampante digital ad sales di WebbaWabbaAdvertsing, rappresentato linguisticamente da un’esplosione di ‘milanenglish’ tipico dell’aziendalese manageriale, l’argot internazionale da consiglio di amministrazione o da presentazione ai clienti, in uso in generale fra i C-Level delle multinazionali basate a Milano e in particolare nel mondo della pubblicità, specialmente digitale. Dall’altro lato, l’autore utilizza la minacciosa e magniloquente impersonalità e distanza del più spietato burocratese, la sua polverosa immutabilità, per rappresentare il plumbeo, atrofizzato e decadente mondo degli Uffici Centrali Unificati, all’interno dei quali si dibattono i generosi ma fallimentari tentativi dell’oscuro travet Orto Anelanti di liberarsi della plumbea cappa di ripetitività e stagnazione in cui sprofonda nella lugubre e gerontocentrica città di Semolinia, che sogna di abbandonare per intraprendere una brillante carriera di copy in una web agency della grande e sfavillante metropoli. Per leggere il racconto clicca qui.