Mobile, il Grand Prix a NYT VR. The next Rembrandt conquista il Creative Data

23 giugno 2016

di Serena Poerio


E’ il progetto NYT VR realizzato per Google, GE, Mini e New York Times da T Brand Studio New York ad essersi aggiudicato il GrandPrix nel Mobile.

“Nel valutare i lavori abbiamo voluto individuare come il mobile abbia fatto entrare in connessione i brand con i consumatori” ha dichiarato il presidente di giuria Malcolm Poynton.

Con questo progetto il New York Times in seguito a un accordo firmato con Google ha reso disponibile per i propri lettori un’app, e partendo dal tema dell’immigrazione ha realizzato un documentario multimediale che ha consentito agli utilizzatori di vivere l’esperienza di tre bambini profughi attraverso l’uso della tecnologia e della realtà virtuale. “Si è trattato di un lavoro coraggioso – ha continuato il presidente di giuria -. che ha aiutato le persone a comprendere fatti contingenti”.

A08-017-02023-THE-NEXT-REMBRANDTIl Grand Prix della categoria Creative Data è andato a The Next Rembrandt di J. Walter Thompson Amsterdam per ING.

“Abbiamo cercato qulcosa che ispirasse le persone e rendesse semplice la complessità – ha affermato il presidente della categoria Tash Whitmey -. The Next Rembrandt ha vinto perché ha realizzato la migliore connessione tra dati e creatività”.