Young & Rubicam Group lancia in Italia Labstore

15 giugno 2016

di Andrea Crocioni


Young & Rubicam Group arricchisce la propria offerta con una nuova divisione dedicata al settore sempre più strategico del retail e shopper marketing, grazie al lancio italiano di Labstore, agenzia del network che annovera più di 20 uffici nel mondo. La nuova divisione sarà guidata dal ceo di Y&R Roma Marco Ruggeri, mentre la direzione creativa è stata affidata a Marco Panareo per l’ufficio di Milano e a Mariano Lombardi  per quanto riguarda la capitale. Tutti mantengono comunque anche i loro attuali incarichi.

L’ufficio italiano si avvale di  20 specialisti provenienti dalle agenzie del Gruppo che sono stati appositamente formati sulle tematiche dello shopper marketing e che metteranno a disposizione del nuovo incarico l’importante competenza maturata nel campo dell’advertising per creare un proficuo e continuativo interscambio. “Si tratta di un’ulteriore disciplina che va ad ampliare l’ecosistema di expertise verticali di Y&R Group”, ha spiegato a Today Pubblicità Italia Ruggeri.

Marco Ruggeri

Marco Ruggeri

“Gli ingredienti essenziali della nostra offerta sono strategia, creatività e tecnologia – ha continuato -.  Labstore arriva in Italia per dare una risposta alle esigenze delle aziende di fronte all’evoluzione del mondo retail. Sono cambiati i consumatori e più in generale i paradigmi della comunicazione sul punto vendita. Il cosiddetto ultimo miglio è sempre più cruciale nella scelta dell’acquisto, considerato anche come è cambiata la consumer experience negli ultimi anni”.

Il manager non si è sbilanciato sugli obiettivi di fatturato della nuova divisione, ma le ricerche internazionali sembrano confermare le notevoli potenzialità dei servizi di shopper marketing. Gli studi analizzati da Labstore, infatti, hanno messo in evidenza come le aziende destinino fette sempre più consistenti del proprio budget di comunicazione in questa area.

Negli Usa – mercato non paragonabile all’Italia, ma avanguardia delle nuove tendenze – le aziende allocano più del 15% degli investimenti di comunicazione nello shopper marketing. Attività sempre più misurabili e foriere di incrementi delle vendite, oltre che di un miglioramento della brand awareness. Per affrontare un mondo del retail sempre più globalizzato, digitalizzato, polarizzato e customizzato, dunque, serviva anche in Italia una realtà in grado di mettere in campo una forte specializzazione.

“Il nostro posizionamento è chiaro: guardare agli obiettivi di breve periodo, grazie a soluzioni tattiche mirate, ma non solo. La nostra intenzione è quella di recuperare la parte valoriale delle promozioni. Vogliamo proporci come partner strategici”, ha affermato il responsabile di Labstore Italia. Forti sinergie, al servizio dei clienti, saranno garantite dall’appartenenza al gruppo Wpp che conserità di valorizzare le partnership con l’area ricerche, con TNS e con Kantar Retail in particolare, ma anche con l’universo GroupM. In parallelo la divisione potrà contare sul contributo di VML, agenzia con una forte focalizzazione sul digitale cui si accompagna l’indispensabile expertise sui big data.

“Tutto questo – ha detto Ruggeri – ci consente di avere accesso a un ampio set di informazioni che ci permettono di conoscere meglio lo shopper così da trovare gli insight più efficaci”.

A livello globale il network Labstore fa riferimento a 2 hub di riferimento: Madrid, considerata l’eccellenza nell’ambito dello shopper marketing, e Vienna fortemente orientato all’innovazione tecnologica. Tra i principali clienti internazionali ci sono aziende come Movistar, Telefonica, Colgate, Heineken, Coca-Cola e Adidas.

“In Italia Labstore rappresenta uno strumento che completa l’offerta del Gruppo e che può entrare in relazione con clienti consolidati di Y&R, ma anche portare a nuove acquisizioni sul fronte del new business”, ha chiarito Ruggeri.

Martin Wolf, managing director di Labstore Europe, ha aggiunto “C’è una cosa che Labstore e gli shoppers italiani hanno in comune: la passione per la sperimentazione! Ogni volta che sono a Milano, a Roma o in altre città italiane, percepisco l’energia della gente. Con Labstore miriamo a incanalare questo potenziale per trasformarlo in una brand experience positiva, che porta a migliorare i risultati di vendita dei nostri clienti”.

Ha concluso Andrew Dimitriou, Y&R President Europe: “Con Labstore, Y&R offre una nuova agenzia di retail marketing per creare shopper chemistry tra i brand e i loro acquirenti in Italia. Abbiamo già aperto 10 uffici in Europa perché percepiamo la crescita di richieste per questo tipo di servizio, data la mutata realtà del retail”.