Internet mobile a +27,7% nel 2016, in flessione il consumo dei mezzi tradizionali

14 giugno 2016

Jonathan Barnard

Il totale del tempo che le persone in tutto il mondo dedicheranno all’uso di internet da dispositivi mobili aumenterà quest’anno del 27,7%, portando a una crescita dell’1,4% nella fruizione complessiva dei media. A rivelarlo è Zenith con la nuova edizione del suo report Media Consumption Forecasts, che  analizza l’evoluzione del consumo dei media fra il 2016 e il 2018. La fruizione di tutti gli altri mezzi di comunicazione – incluso il desktop internet – diminuirà del 3,4% in totale.

Quest’ultima edizione, presentata ieri, prende in esame 71 Paesi in tutto il mondo, sei in più rispetto ai 65 dello scorso anno. L’utilizzo di internet da dispositivi fissi ha raggiunto un picco di 52 minuti al giorno nel 2014, ma ora sta declinando proprio per il passaggio ai dispositivi mobili. Nel 2015, infatti, il mobile è diventato il mezzo principale d’accesso ad internet e, per l’anno in corso, Zenith, prevede che in tutto il mondo le persone trascorreranno una media di 86 minuti al giorno utilizzando il mobile internet rispetto ai 36 minuti su desktop internet.

Questo significa che il 71% del consumo di internet avverrà tramite dispositivi mobili. Lo studio stima una flessione del 15,8 del tempo speso su desktop internet. Come anticipato tutti i mezzi tradizionali registreranno una contrazione quest’anno: il cinema dello 0,5%, l’affissione dello 0,8%, la televisione dell’1,5%, la radio del 2,4%, i quotidiani del 5,6% e le riviste del 6,7%. Questi dati si riferiscono solo al tempo speso su questi mezzi di comunicazione nelle loro forme tradizionali: pubblicazioni a stampa, canali televisivi e stazioni radio trasmesse tradizionalmente.

Molto del tempo che i consumatori trascorrono su internet, infatti, è dedicato comunque al consumo di contenuti che sono stati prodotti da editori tradizionali che hanno investito pesantemente nelle estensioni online dei loro brand. La crescita del consumo di internet ha dato luogo a una crescita del 7,9% nel consumo totale di tutti i mezzi fra il 2010 e il 2015, portandoli da 403 minuti giornalieri a 435. La crescita registra una media dell’1,5% annuo e Zenith prevede un’ulteriore crescita dell’1,4% per il 2016. Per il 2017, invece, l’agenzia prevede una crescita dell’1,2%, quindi una crescita solo dello 0,4% nel 2018, momento in cui il consumo da mobile comincerà a stabilizzarsi.

Per quell’anno, dunque, Zenith si attende che la fruizione globale dei mezzi di comunicazione si attesterà a una media di 448 minuti al giorno. La  televisione tradizionale resta di gran lunga il più diffuso fra tutti i mezzi a livello globale, totalizzando 177 minuti di consumo giornaliero nel 2015. La fruizione di internet si è piazzata al secondo posto con 110 minuti al giorno. La tv, inoltre, pesa per il 41% sulla fruizione media globale del 2015 e Zenith si attende che continuerà a pesare per un 38% nel 2018, quando internet avrà un peso del 31%.

“La tecnologia mobile sta trasformando il modo in cui le persone in tutto il mondo fruiscono dei mezzi di comunicazione e ne sta facendo aumentare il consumo complessivo – ha dichiarato Jonathan Barnard, Head Of Forecasting di Zenith -. Questo perché fornisce ai mezzi tradizionali l’opportunità di raggiungere persone e luoghi ai quali non avevano mai avuto accesso in precedenza e dà ai consumatori modi totalmente nuovi di trovare contenuti avvincenti e fruirne a proprio piacimento”.