Saatchi & Saatchi e AB Comunicazioni iniziano il viaggio con Frecciarossa

8 giugno 2016

Il linguaggio del corpo non mente e se hai un’espressione felice e serena vuol dire che hai viaggiato Frecciarossa. E’ questo il messaggio che Saatchi & Saatchi e AB Comunicazioni, dopo essersi aggiudicati la gara del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, lanciano con la nuova campagna di Trenitalia incentrata sul viaggio in Frecciarossa. Obiettivo della comunicazione è l’identificazione del Frecciarossa 1000 e delle Frecce di Trenitalia come la migliore scelta di viaggio.

Chi sceglie le Frecce, infatti, seleziona un’altissima qualità del servizio e gode di moltissimi vantaggi. La novità dello spot sta nel far parlare i viaggiatori che hanno scelto Frecciarossa. Non vedremo, infatti, il prodotto di punta dell’azienda presentato da una voce fuori campo. Vedremo, piuttosto, un esperto di comunicazione non verbale che ci guiderà nel mondo del linguaggio del corpo. Soffermandosi su alcuni dettagli, l’esperto analizzerà i volti sereni, le espressioni e i movimenti del corpo di alcune persone.

Solo al termine del film sarà immediatamente chiaro che quelle persone così soddisfatte, contente, sono i viaggiatori che hanno scelto Frecciarossa per i propri spostamenti. Lo spot, connotato da atmosfere cinematografiche, si chiude con il claim: ‘Frecciarossa. Se viaggi bene, si vede’.

Anche nella campagna affissione si è utilizzata l’idea del linguaggio del corpo. Vedremo infatti delle foto in primissimo piano di passeggeri Frecciarossa dalle quali si evincerà, grazie anche a didascalie appositamente studiate, che la serenità delle espressioni nel viso dei viaggiatori è dovuta alla scelta di Frecciarossa.

Con il direttore creativo esecutivo Agostino Toscana hanno lavorato il direttore creativo Manuel Musilli, l’art director Alessandro Dante e il copy Lorenzo Terragna. La casa di produzione è Think Cattleya per la regia di Saku. La pianificazione è di OMD.