Editoriale Domus entra in WeBeers, startup di Digital Magics

27 maggio 2016

Editoriale Domus, proprietà della famiglia Mazzocchi Bordone – e leader nei settori auto e moto, architettura e design, viaggi e cucina, entra in WeBeers, l’e-commerce per scoprire e ordinare le migliori birre artigianali italiane dei birrifici più esclusivi.  La Casa Editrice, guidata dall’ad Sofia Bordone, ha acquisito il 10% delle quote di WeBeers (B2G s.r.l.), startup innovativa partecipata da Digital Magics, business incubator quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana.

“Abbiamo creduto in WeBeers fin dal primo incontro e siamo felici di entrare concretamente in questo progetto – spiega Bordone -. Si tratta di un modello di business innovativo in grado di cogliere con originalità le varie esigenze dell’utente finale”.

L’operazione, per accordi anti-diluitivi a suo tempo sottoscritti con i fondatori, è stata realizzata attraverso la cessione da parte di Digital Magics, la cui quota risulta quindi ridotta dal 40% al 30%. Digital Magics ha contestualmente re-investito nella startup il ricavato della vendita delle quote cedute a Editoriale Domus. I due giovani fratelli e fondatori di WeBeers, Alberto Maria e Giammarco Maria Gizzi, mantengono il 60% del capitale della startup.

Grazie all’integrazione editoriale di storie, curiosità e abbinamenti sulle birre e sul mondo dei mastri birrai italiani – proposti da WeBeers – sul sito de Il Cucchiaio d‘Argento, brand digitale italiano sul food, gli utenti potranno approfondire le caratteristiche dei prodotti e successivamente acquistarli online su webeers.com. Grazie a questa operazione WeBeers rafforzerà la brand awareness, consolidando il numero di clienti e utenti studiando insieme a Editoriale Domus campagne di comunicazione e di promozione, dedicate agli utenti di Cucchiaio, Quattroruote, Dueruote e XOff Road.

La startup innovativa digitale punterà anche all‘internazionalizzazione, lanciando il portale in Germania e nel mercato Uk, che da solo assorbe circa la metà delle esportazioni di birre artigianali italiane (2015, Rapporto Birra Italia 2015 Unionbirrai – Osservatorio Altis Università Cattolica).

“La scelta di Editoriale Domus come partner strategico nasce dalla volontà di creare – seguendo l’esempio della famiglia Mazzocchi – un brand che possa diventare il punto di riferimento per il mercato della birra artigianale italiana, che sta crescendo a doppia cifra – dichiarano i fondatori e co-ceo di WeBeers -. I canali e gli strumenti messi a nostra disposizione da Editoriale Domus sono davvero molti e si aggiungono alle loro competenze ed esperienze, da cui potremo attingere per raggiungere nel più breve tempo possibile gli ambiziosi obiettivi che ci siamo posti”.