Da Facebook alla Triennale di Milano, il Festival del NON Giornalismo esce allo scoperto

26 maggio 2016

Nato un po’ per gioco su Facebook, per ironizzare sui vizi (molti) e le virtù (poche) della categoria dei giornalisti italiani, il Festival del NON Giornalismo travalica i confini dei social – dove ha raggiunto gli oltre 700 iscritti – ed esce allo scoperto.

Domenica 29 maggio, a partire dalle 18, il comitato organizzativo del Festival (guidato da Andrea Montanari e Marcello Bussi di Milano Finanza) dà appuntamento a tutti gli ‘adepti’ del NON giornalismo al Design Caffè con vista giardino della Triennale di Milano. Il programma dell’evento NON c’è, ovviamente.

“Si era pensato inizialmente a cose serie, vere, tipo workshop, meeting, one-to-one, sessioni, conferenza stampa e altre amenità –spiegano i promotori del Festival -. E invece ci limiteremo a bere e brindare, e ognuno pagherà per sé (prova ardua per un giornalista), per mantenere la nostra NON libertà e la nostra NON indipendenza dall’establishment e dai poteri forti del salotto buono”. Come ogni festival che si rispetti, saranno attribuiti i premi nelle seguenti categorie: NON giornalista dell’anno; giovane NON promessa del giornalismo; premio alla NON carriera, oltre al Premio speciale della giuria, sezione ‘Un certain markette’.

Per seguire l’evento sui social l’hashtag è #FdNG.