RCS MediaGroup: Cioli, risultati in deciso miglioramento. Ritorno all’utile entro il 2016

12 maggio 2016

Laura Cioli

“Il Piano Industriale 2016-2018 sta procedendo speditamente: tutti i progetti che abbiamo annunciato a dicembre sono avviati e stanno dando buoni risultati. Le prime evidenze sul semestre ci consentono di confermare risultati in deciso miglioramento rispetto al medesimo periodo del 2015 e l’obiettivo del ritorno all’utile entro il 2016. Ora più che mai siamo concentrati e focalizzati sul fare, nel modo più veloce, efficiente ed efficace”. Così, in occasione dell’approvazione dei risultati consolidati al 31 marzo 2016, l’ad di RCS MediaGroup Laura Cioli.

Guardando nel dettaglio i dati del trimestre, segnala una nota, i ricavi netti consolidati di Gruppo al 31 marzo 2016 si attestano a 219,8 milioni di euro, rispetto ai 229,4 a perimetro omogeneo (escluso Area libri) del pari periodo 2015. I ricavi pubblicitari evidenziano un +1,1%, che sale a circa +2% escludendo dal confronto le attività cessate di Sfera China e Gazzetta TV: i ricavi pubblicitari si attestano quindi a 97,4 milioni di euro. I ricavi diffusionali ammontano a 94,7 milioni, -12,4 milioni rispetto al pari periodo 2015. L’EBITDA ante oneri e proventi non ricorrenti è pari a -3,4 milioni di euro rispetto ai -15,5 milioni del primo trimestre 2015. L’EBIT è in miglioramento di oltre 13 milioni di Euro, attestandosi a -17,5 milioni.

Il risultato netto dei primi tre mesi 2016 evidenzia un incremento di oltre 13 milioni ed è pari a -22 milioni (-35,2 milioni nei primi tre mesi 2015). L’indebitamento finanziario netto al 31 marzo 2016 si attesta a 509 milioni di Euro, mentre si sarebbe attestato a 411 milioni considerando gli effetti della cessione dell’Area Libri (lo scorso 14 aprile). L’ad ha anche aggiornato il Consiglio sulle prime evidenze sul semestre. I ricavi del secondo trimestre 2016 sono previsti in linea/in crescita rispetto al pari periodo del 2015. Per l’intero 2016 si conferma la previsione di ricavi stabili rispetto al 2015, principalmente grazie al contributo positivo dell’Area Sport e della componente multimediale. In particolare, in ambito sportivo, il Giro d’Italia – partito quest’anno dall’Olanda – ha registrato ottimi riscontri e ricavi in crescita rispetto all’edizione 2015; è stato inoltre lanciato il ciclo di sei tappe del nuovo mass event Breakfast Run, mentre la digital property GazzaNet è diventata il secondo sito sportivo più visitato d’Italia, dopo la stessa gazzetta.it.

Il Consiglio è stato quindi aggiornato in merito all’avanzamento della trattativa in corso con le banche finanziatrici.  I legali hanno finalizzato il Term Sheet, che aggiorna i principali termini e condizioni del Contratto di Finanziamento in essere; a oggi due Banche hanno confermato alla Società che i propri organi deliberanti hanno approvato la rimodulazione, le restanti Banche presenteranno il Term Sheet con parere favorevole ai rispettivi organi deliberanti entro un mese. Il Consiglio ha infine condiviso ulteriori considerazioni preliminari in relazione all’offerta pubblica di scambio lanciata da Cairo Communication sulle azioni RCS MediaGroup, anche alla luce della nota integrativa del 10 maggio 2016 pubblicata da Cairo Communication.

In particolare, il Consiglio ha constatato che la nota conferma le osservazioni preliminari effettuate nel corso della riunione del 13 aprile 2016, sia con riguardo alla valutazione del corrispettivo offerto sia con riguardo ai riflessi della condizione posta da Cairo Communication all’offerta relativamente agli impegni che dovrebbero essere assunti dalle banche finanziatrici di RCS.