Havas SE, data e content per il Giro d’Italia di Rcs Sport – La Gazzetta dello Sport

6 maggio 2016

Stefano Spadini e Raffaele Calia

Raffale Calia, managing director di Havas SE: “Vogliamo diventare punto di riferimento nel costruire progetti di comunicazione che rendano centrale la significatività del brand”

di Serena Poerio

99 edizioni, 198 corridori, 22 squadre e 21 tappe: parte oggi dalla cittadina olandese di Apeldoorn il Giro d’Italia, la corsa ciclistica targata Rcs Sport – La Gazzetta dello Sport che taglierà il traguardo a Torino il prossimo 29 maggio. A essere stata scelta a seguito di una gara come partner digitale dell’evento e del mondo delle corse su due ruote Havas Sports & Entertainment, a cui è stato affidato il racconto della manifestazione sui mezzi digitali.

“Havas Sports & Entertainment (Havas SE) ha intrapreso un percorso per affermarsi in modo sempre più solido e credibile come partner di consulenza strategico, sia nell’ambito dell’entertainment sia in quello sportivo – ha affermato Stefano Spadini, ceo di Havas Media Group e ceo Havas Sports & Entertainment -. Questo percorso è possibile anche attraverso l’investimento che in generale il Gruppo sta facendo, nell’area delle ricerche e delle partnership, nei settori strategici dei contenuti e dei dati – i due asset su cui continueremo a crescere. Nell’ambito delle ricerche, per esempio, Havas SE si avvale dello studio globale Fans.Passions.Brands che pone le passioni dei Fan al centro della relazione con il brand (un’altra ricerca è Meaningful Brands ndr), mentre in quella delle partnership cito la più recente con Universal Music Group che ci permette di indagare l’anima entertainment (vedi notizia). Con Rcs Sport per il Giro d’Italia abbiamo dimostrato di essere il partner in grado di mettere in relazione le esigenze degli appassionati del ciclismo e quelle delle aziende sponsor”.

La sigla, di cui è managing director Raffaele Calia, ha firmato per il Giro d’Italia il sito e l’app, disponibile sia per dispositivi android che ios, per consentire a tutti gli appassionati di ciclismo di seguire live la corsa e agli sponsor di intercettare il pubblico utilizzando tutte le opportunità offerte dalla kermesse.

“Al di là di una solidità dal punto di vista dello sviluppo e della gradevolezza grafica dei prodotti, penso sia stata premiata la capacità di interpretare il brief – ha dichiarato a Today Pubblicità Italia Calia -, con la creazione di iniziative che possano essere interessanti per il pubblico e la realizzazione di un progetto sempre più efficace e funzionale alle esigenze degli sponsor”.

Fare cultura dei brand e portarli a essere narratori di storie è il mandato di Havas Sport & Enterteinment, come evidenziato nelle parole del manager: “Da 4 anni stiamo avendo una crescita importante e continua. L’ambizione che abbiamo è quella di diventare un riferimento importante nel costruire progetti di comunicazione che rendano centrale la significatività del brand. Lavoriamo sul binomio data e content per produrre contenuti interessanti per i pubblici dei nostri clienti. Puntiamo alla centralità di questi aspetti nella nostra proposizione per fare innovazione sui media tradizionali”.

L’agenzia ha ideato un contenitore idoneo a tutti i touchpoint significativi del brand Giro d’Italia: dal racconto live della corsa attraverso la gestione del flusso di dati allo sviluppo di percorsi di comunicazione in partnership con altri interlocutori: “Con Tripadvisor ad esempio – ha continuato Calia – abbiamo proposto GiroAdvisor. Si tratta di soluzioni per realizzare intorno al Giro d’Italia un’esperienza completa e profonda”.

In riferimento al territorio dello sport e dell’entertainment su cui l’agenzia opera, il manager ha concluso: “Stiamo cercando di riscrivere le regole del gioco. Abbiamo clienti che ci hanno scelto, con cui sempre di più il nostro lavoro cambia, passando da tattico a strategico. Nel nostro posizionamento puntiamo a costruire una relazione con i clienti e a fornire loro la nostra abilità consulenziale”.