#Eroicercasi: Leo Burnett e Fiat celebrano i veri eroi del calcio

4 maggio 2016

Chi sono i veri eroi del calcio? I giocatori che scendono in campo? Loro sono i campioni. Amati, acclamati, gratificati. Chi tiene accesa veramente la passione per questo sport, che vive, soffre, gioisce e fa sacrifici, è in mezzo a noi. In realtà, è ognuno di noi: è l’amico che assiste alla sconfitta della propria squadra ma continua a difenderla. Un lunedì dopo l’altro.

È la ragazza che per amore immola tutte le sue domeniche pomeriggio per la fede calcistica del suo fidanzato. Ogni santissima domenica. Fiat vuole celebrare questi capitani coraggiosi di ogni giorno dedicando loro un format promozionale di otto soggetti. Per dirigerli Leo Burnett, insieme al gruppo automobilistico, ha voluto fortemente l’esordiente e plurinominato Gabriele Mainetti, autore del film Lo chiamavano Jeeg Robot.

La casa di produzione è Think|Cattleya. Nei video vediamo un padre che dopo anni di dedizione si ritrova in casa un figlio della squadra avversaria; simpatizzeremo con il collega deriso per l’ennesima sconfitta al derby e comprenderemo la forza d’animo di un ragazzino che spera di lasciare la panchina almeno per una partita. E molti altri ancora. Le prime uscite degli spot sono previste questa settimana su tv nazionale e digitale in occasioni degli avvenimenti calcistici della stagione. Con pianificazione di Maxus, la campagna sarà declinata anche su stampa e radio.

Sul web, inoltre, la campagna si arricchirà di un’estensione particolarmente interessante che vedrà coinvolto il leggendario telecronista sportivo Bruno Pizzul. La comunicazione è nata negli uffici della sede torinese di Leo Burnett, pensata e sviluppata dal team guidato dai direttori creativi esecutivi Francesco Bozza e Alessandro Antonini e dal group creative director Davide Boscacci che hanno coordinato il creative director Valerio Le Moli, il copywriter Fabio Lattes Romeiro e l’art director Giuseppe Campisi.