Anemotech con Ogilvy per il lancio di The Breath

4 maggio 2016

di Andrea Crocioni


Migliorare la qualità dell’aria attaverso l’uso della tecnologia: è questo l’obiettivo di Anemotech, startup italiana con sede a Casei Gerola (Pv), che ha presentato ieri a Milano The Breath, un innovativo prodotto capace di adsorbire, bloccare e disgregare le molecole inquinanti presenti nell’atmosfera. Si tratta di uno speciale tessuto multistrato, coperto da brevetto, studiato per rendere più salubre l’ambiente sfruttando il naturale ricircolo dell’aria.

Collocato alla parete come un normale pannello o un quadro personalizzabile, il prodotto garantisce per un anno una costante riduzione dell’inquinamento di circa il 20%. Il tutto è reso possibile dall’anima carbonica additivata da nanomolecole.

“I nostri pannelli trattengono i più comuni inquinanti e hanno proprietà antibatteriche”, ha spiegato Gianmarco Cammi, direttore operativo di Anemotech e co-inventore della tecnologia. Il prodotto sarà sul mercato dalla seconda metà del 2016.

“Al momento stiamo stringendo i primi accordi diretti con le aziende – ha chiarito -. Abbiamo avviato dei test con Tim, siglato un primo contratto con Generali e attivato una partnership con lo Ieo di Umberto Veronesi”, ha chiarito il manager. In questi anni l’azienda ha investito 500 mila euro in ricerca e sviluppo, lavorando al programma di validazione scientifica che ha coinvolto l’Università Politecnica delle Marche.

The Breath è progettato sia per ambienti indoor, pubblici e privati, sia outdoor. In esterna questi pannelli, proprio grazie alla possibilità di personalizzazione grafica, posso diventare strumenti per veicolare messaggi pubblicitari, magari focalizzandosi sulla responsabilità sociale d’impresa.

“Siamo aperti a partnership con le concessionarie dell’out of home”, ha detto Davide Sartorelli, board member di Anemotech e responsabile della comunicazione. Al momento la priorità è il mercato b2b: è stato predisposto un piano marketing e di network building con la consulenza di Ogilvy & Mather Italia e Aida Partners Ogilvy Pr. “Una campagna business potrebbe partire già prima dell’estate – ha continuato  Sartorelli -. Al momento non abbiamo ancora avuto l’esigenza di incaricare un centro media, ma collaborando già con Wpp credo che sarà naturale sceglierlo all’interno del Gruppo”. La promozione del prodotto verso il consumatore finale, invece, è in programma per il prossimo autunno.