Purina, Enpa e Filippa Lagerback insieme per ‘We Are Better with Pets’

3 maggio 2016

Quando gli animali da compagnia e le persone stanno insieme la vita si arricchisce. Questo è il credo di Purina, azienda di riferimento del settore Petfood e PetCare in Italia, che lancia la campagna ‘We Are Better with Pets’ per promuovere il prezioso contributo e il ruolo che gli animali da compagnia hanno nella nostra società.

Purina ha scelto di sostenere la promozione e valorizzazione del prezioso contributo degli animali da compagnia attraverso un’iniziativa che vede come volto noto e ambasciatrice in Italia Filippa Lagerback, indiscussa amante della natura e degli animali, proprietaria da poco più di un anno di Whisky, un Cocker Spaniel.

Fino al 31 luglio 2016 tutti gli amanti degli animali potranno unirsi al movimento attraverso il sito www.purina.it: basterà condividere il proprio piccolo impegno per rendere il mondo un posto più pet-friendly, pubblicarlo sui propri social network con l’hashtag #WeAreBetterWithPets e invitare i propri amici a fare lo stesso. Ogni impegno personale, come portare al parco il cane di un amico fuori città o mettere a disposizione una ciotola d’acqua fuori dal proprio bar, contribuirà a riempire le ciotole dei numerosi rifugi di ENPA, Ente Nazionale Protezione Animali. L’obiettivo è raggiungere tutti insieme 100.000 ciotole.

Spiega Marco Travaglia, direttore generale di Purina Italia e Sud Europa: “Il movimento ‘We Are Better With Pets’ va proprio consolida il percorso intrapreso quest’anno con il lancio di ‘Purina in Society’, i nostri 10 impegni da raggiungere entro il 2023 per contribuire a creare un mondo dove le persone e gli animali da compagnia possano vivere meglio insieme”.

Per il lancio del movimento #WeAreBetterWithPets, Purina si è affidata alla strategia del Gruppo Tribe: in particolare, la comunicazione a supporto prevede una meccanica di consumer activation che dal punto vendita si sviluppa online promuovendo adesione e coinvolgimento al movement da parte degli utenti. Tribe Communication e Shaman, dopo essersi aggiudicati la consultazione, prendono in carico la gestione della digital activation dell’iniziativa.