GrandPrix Advertising Strategies, nasce il Mediamond Radio Award

2 maggio 2016

Paolo Salvaderi

Il premio speciale sarà assegnato al progetto che ha saputo integrare e valorizzare al meglio il mezzo radiofonico nella strategia di comunicazione dei brand. Il ceo di Monradio e direttore generale della Divisione Radio di Mediamond spiega perché il mezzo è un asset strategico di crescita per il Gruppo Mediaset e per la concessionaria nata in joint venture con Mondadori

di Claudia Cassino

Si chiamerà Mediamond Radio Award il premio assegnato dalla Divisione Radio di Mediamond nel corso del GrandPrix Advertising Strategies, l’evento organizzato da TVN Media Group il prossimo 24 maggio al Barclays Teatro Nazionale di Milano. Il premio, destinato a valorizzare i progetti che hanno saputo integrare al meglio il mezzo radiofonico nella strategia di comunicazione dei brand, arriva in un momento di ottima salute per la radio che ha archiviato il primo trimestre 2016 con una crescita del +1,7% del fatturato pubblicitario, raggiungendo quota 74,698 milioni di euro da gennaio a marzo (fonte: FCP Assoradio, vedi notizia nel box).

“Valuteremo non soltanto la creatività del messaggio veicolato attraverso la radio, ma soprattutto la capacità di realizzare una campagna efficace, aderente al brief e in linea con gli obiettivi proposti dal cliente, all’interno di una strategia integrata di comunicazione dove la radio ha un ruolo di primo piano”, spiega a Today Pubblicità Italia Paolo Salvaderi, ceo di Monradio e direttore generale della Divisione Radio di Mediamond, la concessionaria partecipata pariteticamente da Mediaset e Mondadori. I progetti in shortlist, selezionati da Mediamond tra le campagne pianificate sulle emittenti radio del Gruppo, saranno poi votati dal pubblico durante la serata di Gala condotta da Piero Chiambretti.

Grazie alle recenti acquisizioni, la radio rappresenta infatti un asset strategico di crescita per il Gruppo Mediaset e per la Divisione Radio della concessionaria Mediamond, che ha in portafoglio le sei emittenti nazionali R101, Radio Italia, Kiss Kiss, Radio Montecarlo, Radio 105 e Virgin, oltre a Subasio e Radio Norba, leader per ascolti al Centro-Sud.

“Abbiamo presentato la nostra politica commerciale all’inizio dell’anno (vedi notizia) e i risultati ci stanno premiando, con un andamento leggermente superiore a quello del mercato che si conferma in continua crescita – sottolinea Salvaderi, anche presidente dell’Osservatorio FCP-Assoradio -. Dopo un 2015 chiuso a +8,8%, stimiamo un 2016 in ulteriore crescita per la raccolta pubblicitaria sulla radio. Considerando che il 2016 sarà un anno di importanti eventi sportivi (come Europei di Calcio e Olimpiadi), che tradizionalmente privilegiano mezzi come tv e stampa, si tratterà di un risultato brillante che testimonia la vitalità del mezzo”.

Una vitalità testimoniata anche dalla recente costituzione della società Tavolo Editori Radio con l’obiettivo di finanziare una nuova ricerca ‘proprietaria’ che rileverà gli ascolti delle emittenti nazionali e locali a partire dal 2017.

“Si tratta – commenta positivamente il manager – di un passaggio epocale che andrà a beneficio di tutto il comparto”. Ottenuto lo scorso 15 aprile il via libera condizionato dell’Antitrust alle operazioni di concentrazione (vedi notizia), sulla base del provvedimento Mediamond dovrà cedere la raccolta di Radio Italia alla fine del 2016 e, successivamente, quella di Kiss Kiss (entro la fine del 2017). “Radio Italia è un’emittente di primario livello nel presidiare il target donne e responsabili acquisto, in sua assenza cercheremo di colpire quella fascia di pubblico con R101 e Radio Montecarlo potenziando le affinità delle due emittenti con il target. Per quanto riguarda Kiss Kiss è ancora presto per sbilanciarsi”.

Quanto a Virgin, Radio 105 e Radio Montecarlo, “il loro posizionamento sarà confermato e consolidato”, precisa Salvaderi, sottolineando le positive performance delle tre radio portate in dote dal Gruppo Finelco con “105 prima radio italiana nel quarto d’ora medio”.

È invece già stato avviato all’inizio del 2016 il riposizionamento di R101, trasformata in una radio di flusso musicale con attenzione alle grandi star internazionali. R101 sarà, infatti, la radio ufficiale del concerto di Adele, il 28 e 29 maggio all’Arena di Verona, e dell’unica data italiana del tour di Beyoncé, in programma il 18 luglio allo Stadio San Siro di Milano.

“Abbiamo confermato la squadra di conduttori, modificando la loro presenza durante la giornata, apportando novità al palinsesto introducendo nuovi format. E tutti gli indicatori sono positivi”, conclude Salvaderi.