Gruppo Sole 24 Ore, Giorgio Squinzi nuovo presidente

29 aprile 2016

Approvato il bilancio dell’esercizio 2015. La pubblicità a +11,2% con 12,8 milioni di euro

 

Si è tenuta oggi, sotto la presidenza di Benito Benedini (nella foto a sinistra), l’assemblea degli azionisti de Il Sole 24 Ore S.p.A. per l’approvazione del bilancio 2015. Nell’esercizio 2015 il Gruppo 24 Ore ha realizzato ricavi consolidati pari a 325,0 milioni di euro rispetto ai 312,3 milioni di euro del 2014.
L’innovazione attuata dal quotidiano con la filiera di 12 nuovi quotidiani digitali specializzati, unita alla scelta paywall del sito che ha generato 36.000 abbonamenti a pagamento, ha determinato un rafforzamento decisivo in termini di andamento corrente del giornale e ha contribuito alla performance conseguita dalla pubblicità, altrettanto
decisamente controcorrente, che ha segnato una crescita dell’11,2% in un mercato in calo del 2,2%.

I ricavi digitali complessivi del Gruppo ammontano a 106,7 milioni di euro e sono pari al 32,8% del totale dei ricavi (erano pari al 30,7% nel 2014) in incremento dell’11,2% rispetto al 2014.

I ricavi digitali da contenuto informativo confermano il trend positivo degli ultimi anni e aumentano di 5,7 milioni di euro, pari all’8,2% rispetto al 2014, interamente dovuto alla crescita del sistema multimediale del Sole e dei quotidiani verticali collegati. In particolare la crescita dei ricavi digitali da contenuto informativo di quotidiano Sole 24 Ore e quotidiani verticali è stata pari a 8,4 milioni con un incremento del 45%. Si consolida inoltre il superamento dei ricavi digitali da contenuto sui ricavi da contenuto in versione cartacea, attestando la componente digitale al 55% del totale dei ricavi da contenuto, rispetto al 47% del 2014.

I ricavi diffusionali del quotidiano nel 2015 sono in linea con l’esercizio precedente, confrontandosi con un mercato in calo del 5,6% (copie cartacee sommate a quelle digitali), grazie all’innovazione dei prodotti e servizi con focalizzazione alle esigenze del cliente e all’integrazione dei contenuti. Nel primo trimestre 2016 si prevede che i
ricavi diffusionali del quotidiano siano in crescita di alcuni punti percentuali. E proseguirà anche la dinamica di crescita dei ricavi relativi alla componente digitale da contenuto informativo.

I ricavi pubblicitari nel 2015 aumentano di 12,8 milioni di euro (+11,2%). Tale risultato conferma l’autorevolezza de Il Sole 24 Ore e del brand, l’eccellenza dei contenuti informativi su carta, digitale e radio che hanno consentito di incrementare i prezzi dell’offerta pubblicitaria.

Sono in crescita i ricavi dell’area Formazione di 4,1 milioni di euro pari al 14,2%. L’Area Cultura registra ricavi in crescita di 0,3 milioni di euro.

Il Margine Operativo Lordo del 2015 è positivo per 0,9 milioni di euro e si confronta con un risultato negativo di 10,7 milioni di euro del 2014, registrando quindi un miglioramento di 11,6 milioni di euro. Il risultato operativo è pari a -14,3 milioni rispetto ai -25,8 milioni del 2014, in miglioramento del 44,6%.

La Capogruppo ha chiuso l’esercizio 2015 con un fatturato di 286,6 milioni di euro rispetto a 280,0 milioni di euro del 2014. Il Margine Operativo Lordo è positivo per 4,2 milioni di euro rispetto ai -16,1 milioni di euro del 2014. Il risultato operativo è pari a -10,6 milioni rispetto ai -31,0 milioni del 2014. La perdita dell’esercizio ammonta a 21,3
milioni di euro.

L’assemblea ha deliberato di ripianare integralmente la perdita di esercizio della Capogruppo Il Sole 24 Ore S.p.A., pari a euro 21.253.000, utilizzando la riserva sovrapprezzo azioni.

L’assemblea ha nominato il Consiglio di amministrazione che rimarrà in carica fino all’assemblea che sarà chiamata ad approvare il bilancio dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2018. Sono stati nominati Luigi Abete, Mauro Chiassarini, Maria Carmela Colaiacovo, Nicolò Dubini, Marcella Panucci, Claudia Parzani, Carlo Pesenti, Livia Pomodoro, Cesare
Puccioni, Carlo Robiglio, Giorgio Squinzi. L’assemblea ha nominato Giorgio Squinzi (nella foto a destra) presidente del Consiglio diamministrazione. Luigi Predieri è stato nominato segretario del Consiglio di amministrazione.

L’assemblea ha nominato il Collegio sindacale che rimarrà in carica fino all’assemblea che sarà chiamata ad approvare il bilancio dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2018. Sono stati nominati quali sindaci effettivi Laura Guazzoni, Giovanni Maccagnani e Luigi Biscozzi e quali Sindaci supplenti Maria Silvani e Fabio Fiorentino. Laura Guazzoni, Giovanni Maccagnani e Maria Silvani sono stati tratti dalla lista presentata dall’azionista di maggioranza Confindustria, mentre Luigi Biscozzi e Fabio Fiorentino sono stati tratti dalla lista presentata dall’azionista di minoranza Edizione S.r.l.. Luigi
Biscozzi è stato nominato presidente del Collegio Sindacale.