Sagra sceglie Auge per il rilancio in comunicazione

29 aprile 2016

Giorgio Natale

Sagra ha scelto di affidare il proprio budget di comunicazione all’agenzia milanese Auge. La sigla guidata da Federica Ariagno e Giorgio Natale aggiunge così al proprio portfolio un marchio storico del mercato oleario italiano.

Nato alla fine degli anni ’50, Olio Sagra è infatti da sempre sinonimo di alta qualità e gusto equilibrato, grazie ad un accurato controllo in ogni fase della produzione, una profonda conoscenza dei propri mezzi e delle materie prime, con una particolare attenzione nei controlli e nell’assaggio. Un’azienda che unisce rispetto dell’ambiente e sicurezza con modernità ed innovazione, insieme allo spirito e alla tradizione della sua storia centenaria. La qualità dei prodotti e la cura dei dettagli le hanno permesso così di raggiungere un successo di livello nazionale con il brand Sagra e internazionale con il brand Filippo Berio.

Federica Ariagno

Federica Ariagno

Dal punto di vista comunicativo, il marchio ha avuto il suo periodo più importante alla fine degli anni ’80, quando è riuscito distinguersi dalla concorrenza grazie ad alcune campagne pubblicitarie che hanno coinvolto anche nomi italiani di fama internazionale come Paolo Virzì e Oliviero Toscani. A partire dagli anni ’90 la comunicazione si è poi concentrata su quello che è il prodotto simbolo del marchio, Olio Sagra a ‘Bassa Acidità’, pensato per i bisogni dei consumatori più esigenti.

Obiettivo di questa collaborazione sarà la definizione di una strategia di comunicazione a breve e lungo termine, che prevederà innanzitutto restyling del logo e del pack delle due famiglie principali di prodotti per proseguire con attività atl nella seconda parte dell’anno.

Giorgio Natale, Founder e Creative Partner di Auge, ha dichiarato: “Siamo estremamente felici e soddisfatti di questa collaborazione con un marchio storico come Sagra, un brand che da sempre si è dato l’obiettivo di fondere tradizione ed innovazione. La nostra volontà è quella di partire dalla grande storia del marchio per parlare ad un target assolutamente eterogeneo, come quello dei consumatori di olio extra vergine d’oliva, attraverso l’uso di un linguaggio moderno e brillante che esalti l’identità e l’italianità del brand, e di farlo in modo creativo e originale”.