Gruppo Editoriale L’Espresso, nel 1° trimestre 2016 risultato netto a 6,1 milioni di euro

22 aprile 2016

Monica Mondardini

In occasione dell’assemblea dei soci sul bilancio 2015, il cda di Gruppo Editoriale L’Espresso, presieduto da Carlo De Benedetti, ha approvato i risultati consolidati al 31 marzo 2016 presentati dall’ad Monica Mondardini. Nel 2015 i ricavi netti consolidati, sono pari a 605,1 milioni di euro e hanno registrato un calo del 6% rispetto al 2014 (643,5milioni di euro). Il risultato operativo consolidato è stato pari a 30,5 milioni di euro (29,9 milioni di euro del 2014).

Il risultato netto consolidato è pari a 17 milioni di euro rispetto agli 8,5 milioni di euro dell’esercizio precedente. L’Assemblea dei soci ha deliberato di coprire interamente la perdita d’esercizio realizzata dal bilancio della Capogruppo mediante l’utilizzo delle riserve disponibili e, pertanto, di non distribuire utili né riserve. In riferimento ai primi tre mesi dell’anno, il Gruppo ha chiuso il primo trimestre 2016 con un risultato netto positivo pari a 6,1 milioni di euro.

La vendita, a fine gennaio 2015, del canale televisivo DeejayTV a Discovery Italia ha dato luogo nel primo trimestre del 2015 a una plusvalenza di 6,3 milioni di euro, classificata tra le attività cessate. Il risultato netto consolidato è ammontato a 6,1 milioni di euro, a fronte di 12 milioni di euro nel primo trimestre del 2015. I ricavi consolidati, pari a 140,8 milioni di euro hanno registrato un calo del 3,5% sul primo trimestre del 2015 (145,9 milioni di euro), con una attenuazione della flessione rispetto a quanto registrato negli esercizi precedenti. I ricavi diffusionali, pari a 57,9 milioni di euro, sono scesi del 5,3% rispetto al corrispondente periodo dell’esercizio precedente (61,2 milioni di euro).

I ricavi pubblicitari sono diminuiti del 2,5%. La raccolta su internet ha mostrato un incremento del 7,9%, grazie al sostenuto sviluppo della pubblicità su mobile e sulle nuove piattaforme di programmatic e performance. La raccolta su radio è cresciuta del 2,4%, confermando il trend positivo già riscontrato nel precedente esercizio. Infine, la stampa ha registrato una flessione del 7,8%, riflettendo l’andamento generale del mercato dei quotidiani e quello significativamente negativo dei periodici newsmagazines.

I costi sono scesi del 3,5%, con una riduzione equivalente a quella dei ricavi; sono diminuiti, oltre ai costi variabili legati alle tirature di quotidiani e periodici, i costi industriali e i costi del personale, tenuto conto di una riduzione dell’organico medio del 5% rispetto al primo trimestre del 2015. Al 31 marzo 2016 il margine operativo lordo consolidato è ammontato a 13,9 milioni di euro in linea con il valore del primo trimestre del 2015 (13,7mln). Il risultato operativo consolidato è stato pari a 10,3 milioni di euro, in leggera crescita rispetto a quello del corrispondente periodo dell’esercizio precedente (10 milioni di euro).

Tutti i settori hanno mostrato una buona tenuta della redditività rispetto al primo trimestre del 2015. La posizione finanziaria netta a fine marzo 2016 è stata positiva per 15,5 milioni di euro con un significativo miglioramento rispetto all’indebitamento di 10,7 milioni di euro di fine 2015. L’avanzo finanziario del periodo è stato pari a 26,2 milioni di euro (23,1milioni di euro nel primo trimestre del 2015, incluso l’incasso straordinario di 8,8 milioni da cessioni).