Banzai, i ricavi crescono del 20% nel primo trimestre

22 aprile 2016

Pietro Scott Jovane

Il Gruppo è in esclusiva con Mondadori fino al 30 aprile per la cessione di Banzai Media Holding 

Banzai ha presentato i ricavi preliminari relativi al primo trimestre del 2016. La prima piattaforma nazionale di e-Commerce e tra i principali editori digitali, quotato sul segmento STAR di Borsa Italiana, chiude il primo trimestre con ricavi in crescita del 19,7% pari a 59,5 milioni di euro.

Le attività di e-commerce sono cresciute del 19,6% a 53,5 milioni mentre la divisione Vertical Content ha realizzato una crescita del fatturato del 19,8% pari a 6,1 milioni, “superiore al mercato di riferimento in termini organici ed amplificata dal consolidamento della piattaforma di mobile advertising AdKaora, acquisita ad ottobre 2015” si precisa in una nota.

Il Gruppo è in esclusiva con Mondadori fino al 30 aprile per la cessione di Banzai Media Holding (divisione Vertical Content) proprietaria, tra l’altro, dei portali Giallo Zafferano e Pianeta Donna.

“Nel primo trimestre 2016 Banzai ha incrementato ulteriormente la quota di mercato, anche grazie all’apporto delle centinaia di piccole e medie aziende italiane che sono entrate a far parte del Marketplace, divenuto un elemento portante della nostra strategia e uno dei principali motori di crescita e profittabilità nel 2016 – ha commentato Pietro Scott Jovane, ad di Banzai -. L’andamento della spesa complessiva dei nostri clienti (GMV1 del primo trimestre) conferma infatti la leadership di ePRICE sul mercato online dell’Elettronica e dei Grandi Elettrodomestici”.

Il gruppo Banzai ha confermato le sue stime per l’intero 2016. Per l’anno in corso la società punta a far crescere i ricavi di un quota compresa tra il 20% e il 25% e a incrementare i margini del business dell’ecommerce.

“Nel 2016 continuiamo a concentrarci sulla soddisfazione del cliente, con il lancio di una nuova gamma di servizi, abilitati dalla piattaforma mobile proprietaria ePRICE Home Service, che sta ottenendo ottimi riscontri. Il potenziamento dei servizi è uno dei pilastri della nostra strategia, incentrata sulla maggior vicinanza al cliente, grazie ai nostri 200 installatori certificati, a un network proprietario di oltre 106 Pick&Pay e 312 Lockers automatici, al Marketplace e ad un catalogo di oltre 1,3 milioni di prodotti high tech dedicati alla famiglia digitale”.

La nuova offerta di servizi è disponibile da gennaio 2016 nell’area di Milano e verrà presto estesa a Torino e Roma, per poi gradualmente raggiungere i principali comuni in Italia. In particolare i ricavi della categoria ‘Elettronica ed Elettrodomestici’, pari a 37,3 milioni di euro nel 1Q16, sono in crescita del 27,7% attribuibile principalmente all’ampliamento della gamma di prodotti offerti e allo sviluppo dei servizi ‘premium’ (consegna, installazione e ritiro dell’usato), oltre allo sviluppo della rete di Pick&Pay e Lockers.

Nel mese di gennaio infatti è partita la nuova generazione di servizi personalizzati di consegna, installazione e ritiro dell’usato, integrati con una piattaforma mobile proprietaria, accessibile via app da smartphone, che permette ai clienti una interazione continua con ePRICE dal momento dell’acquisto fino all’installazione in casa. Le prime evidenze della campagna sono molto positive, con NPS score delle prime installazioni superiore a 70. In miglioramento anche i Key Performance Indicator: i merchants del Marketplace hanno superato i n. 470.

Nel 1Q16 sono stati gestiti 398 mila ordini, +20% rispetto al 1Q15, con un valore medio (AOV5) pari a Eu 138, in crescita del 8%, per effetto del mix in favore di categorie ad alto ticket (Elettronica ed Elettrodomestici). Infine il numero degli acquirenti è pari a 252 mila, in crescita del 15% rispetto al 2015. Decresce invece il numero di pezzi per ordine (-10% YoY nel 1Q16), come naturale conseguenza dell’effetto già ricordato sopra e legato al mix di crescita e all’effetto Marketplace, in cui pesano in maniera sempre più rilevante Elettronica ed Elettrodomestici, dove ePRICE è leader di mercato nell’online.