Findus si affida a Grey per la creatività, in Italia budget di 20 milioni

18 aprile 2016

Nomad Foods, che possiede i marchi di cibo surgelato destinato alla commercializzazione al dettaglio, ha affidato a Grey London la comunicazione creativa della società attraverso i suoi principali mercati europei: Findus in Italia, BirdsEye in Uk e Irlanda, e Iglo in Germania. In Italia l’incarico potrebbe dunque confluire in Grey United, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia. Lo spending complessivo in Europa della multinazionale si aggira intorno ai 100 milioni, 20 dei quali per l’Italia.

“Siamo molto entusiasti di lavorare con Grey su una nuova strategia e rinnovata attenzione sui brand – ha dichiarato Andy Weston-Webb, chief commercial officer at Nomad Foods Europe -. I nostri piani di crescita della domanda eccellente attività di marketing integrato di pubblicità e di sostenerli, e Grey ci ha mostrato una squadra eccezionale che soddisfa le nostre attività di marketing e di comunicazione”.

La gara partita a febbraio (vedi notizia), ha visto imporsi nel round finale la sigla londinese su Abbott Mead Vickers BBDO e MullenLowe. Saatchi & Saatchi (al fianco dell’agenzia Fallon) è stata eliminata dopo la prima fase. Il processo è stato gestito da Hamilton Associates. Il pitch su Findus non ha interessato i mercati in Svezia, Francia, Spagna e Paesi Nordici.

L’interruzione del rapporto tra Iglo e Havas Worldwide London, che ha terminato la collaborazione con l’azienda a marzo, e che in Italia firmava la comunicazione di Findus attraverso Havas Worldwide Milan, non influenzerà il rapporto con Havas Media, partner per il media planning e buying in Europa dal 2014. La società Usa Nomad Foods ha acquistato sia il Gruppo Iglo sia Findus lo scorso anno. (F.Ci.)