Volkswagen, per la gara media globale in corsa Mediacom, PHD e IPG

18 aprile 2016

Giovanni Perosino (a sinistra)

Il marchio automotive sponsorizza il progetto sulla musica Audi-o-rama

di Valeria Zonca

Audi-o-rama è il progetto internazionale che lega la casa automobilistica Audi alla musica, o meglio al futuro della musica. Lo scorso novembre (20-23) a Verbier (CH) si è tenuto il battesimo dell’iniziativa che vuole diventare un appuntamento biennale worldwide con 20 personaggi tra cui artisti, produttori, innovatori, blogger, tastemaker.

“Trovo interessante questo concetto di ‘simposio’ e di libero pensiero, quando un brand si lega a un’iniziativa senza vincoli commerciali – ha spiegato Giovanni Perosino, responsabile Marketing Audi AG -. Guidare e ascoltare musica sono entrambe esperienze ‘immersive’ che coinvolgono tutti i sensi. Il mondo del marketing deve reinventarsi quotidianamente e anche le sponsorizzazioni sono da rivedere, ma lo stesso va detto dell’adv e della comunicazione. Noi aziende dobbiamo smettere di essere advertiser, spingendo cioè i nostri messaggi ovunque, per cominciare a essere ciò che la gente vuole vedere – ha proseguito il manager -. Significa fare un salto da push a pull, creando un contenuto che non viene imposto, bensì scelto spontaneamente dalle persone. Audi intende lavorare su idee creative che abbiano una dimensione social e che creino delle conversazioni”.

Uno degli esempi è appunto Audi-o-rama, che è andata oltre gli schemi della sponsorizzazione classica per produrre contenuti innovativi in un contesto inedito. A due mesi dalla realizzazione, l’evento ha ottenuto un ottimo riscontro social con 250 milioni di impression, 17 milioni di video view, 680mila click. Tutti i contenuti sono fruibili sul canale YouTube. L’altro esempio è il lancio del suv compatto Q2, presentato in anteprima in Italia durante la Design Week milanese presso l’Audy City Lab (vedi notizia).

“Per Q2 abbiamo lanciato la piattaforma social con l’hashtag #untaggable per sottolineare un prodotto che non è catalogabile – ha dichiarato Perosino -. I contenuti che ne deriveranno potranno poi essere veicolati per la realizzazione di video content o adv digital, che caratterizzeranno il lancio della nuova vettura”.

Durante gli anni in cui non si svolgerà l’incontro mondiale, Audi-o-rama si indirizzerà su eventi locali. L’edizione di quest’anno si chiamerà Audi-o-rama Music Hub Italia e si svolgerà dal 15 al 18 luglio a Borgo Egnazia (BR), in concomitanza con il Locus Festival, di cui Audi Italia è sponsor dal 2015, che si terrà a Locorotondo (BA) dal 15 luglio al 7 agosto. Intanto, il mercato delle auto è in forte ripresa, con una crescita a due cifre.

“Marzo 2016 è stato il miglior mese della storia della company a livello di vendite globali nell’ordine delle 185mila macchine. L’Italia ha ottenuto una performance vicina al +30% e gli investimenti in comunicazione seguono l’andamento del mercato – ha detto il manager -. Nuove sfide, comunque ci attendono e siamo in attesa delle nuove legislazioni che imporranno all’industry norme ancora più severe”.

Per quanto riguarda la gara media del Gruppo Volkswagen, che vale 2,56 miliardi, il manager l’ha definita “tra i primi 5 pitch globali per valore. Siamo giunti a metà della revisione e sono rimaste in corsa Mediacom (sigla in carica fino a tutto il 2016, ndr), PHD e IPG”. La nuova centrale si insedierà nel 2017.