RCS: Urbano Cairo, “non è un’Opa ostile, voglio tenere i soci in Rcs”

12 aprile 2016

Urbano Cairo

“Non è un’Opa ostile, voglio tenere i soci in Rcs”: così Urbano Cairo ha commentato ieri l’offerta pubblica di scambio nei confronti di Rcs presentata nella serata di venerdì. Intervenuto a Radio Anch’io Sport-Radio1, l’editore ha precisato: “La valutazione di Rcs è di rilievo: se si vede il controvalore, sono 285 milioni, che aggiunti ai 487 milioni di debito del gruppo fanno quasi 770 milioni. Se togliamo i 90 milioni di Rcs libri, già ceduta a Mondadori, si arriva a quasi 700 milioni. A conti fatti, stiamo valutando Rcs quasi il doppio”.

L’offerta Cairo, che attualmente detiene un pacchetto del 4,616% di Rcs Media Group, è imperniata su uno scambio azionario: in pratica per ogni azione Rcs (0,551 euro) Cairo Communication offre 0,12 azioni proprie, in pratica una sua azione (4,7 euro) per otto azioni ordinarie di Rcs.

Sabato la notizia è stata al centro delle analisi dei quattro soci storici del gruppo editoriale, gli ultimi rimasti, dopo la decisione di Fca di distribuire ai suoi azionisti il proprio 16,734% e la comunicazione di Banca Intesa di essere pronta a cedere il proprio 4,176%: Diego Della Valle (7,325%), Marco Tronchetti Provera (con Pirelli 4,433%), Unipol (4,601%) e Mediobanca (9,930% che pure ha dichiarato di voler uscire presto dall’azionariato), che insieme controllano il 26,228, hanno fatto sapere in via informale di non essere d’accordo con la proposta.

L’Ops è condizionata da due fattori fondamentali: le adesioni che consentano a Cairo Communication di arrivare al controllo di almeno il 50% più una azione ordinaria, e l’impegno delle banche creditrici (oltre a Intesa Sanpaolo, Unicredit, Bnp Paribas, Ubi Banca, Mediobanca, Bpm) a “rinunciare incondizionatamente a qualsivoglia facoltà di richiedere il rimborso anticipato del debito” per il cambio di controllo della società. L’operazione dovrà passare al vaglio dell’assemblea della Cairo Communication, della Consob e delle Autorità Agcom e Antitrust.

Bene ieri i due titoli in Borsa: Rcs ha chiuso la seduta con un guadagno del 28,79%. Cairo communication ha invece messo a segno un +2,07%.